Quando Maradona divenne Presidente: il retroscena con la Regina Elisabetta

0
324

La Regina Elisabetta offrì un incarico importante a Diego Armando Maradona trent’anni dopo la Mano de Dios in Argentina-Inghilterra.

Il rapporto tra inglesi e argentini non è stato mai dei migliori per ovvie ragioni politico-sociali. Negli anni ’80, a causa della Guerra nel Falkland, i due Paesi si scontrarono militarmente a causa di un’invasione nelle Falkland da parte dei militari argentini. Il conflitto durò qualche mese, ma per anni portò con sé le ferite e gli strascichi di un’inutile guerra.

Diego Armando Maradona
Diego Armando Maradona (LaPresse)

Quattro anni dopo la fine delle ostilità tra Regno Unito e Argentina, la formazione Albiceleste affrontò ai quarti di finale del Mondiale messicano proprio l’Inghilterra. Qui avvenne “la vendetta” calcistica dell’Argentina di Maradona con due reti che passarono alla storia. In meno di cinque minuti Diego disegnò due opere d’arte sul terreno di gioco: la Mano de Dios per sbloccare il punteggio bloccato sullo 0-0 e il gol del Secolo per raddoppiare.

A distanza di quasi 30 anni da quella partita, la Regina Elisabetta offrì un lavoro a Diego Armando Maradona. Un compito speciale, che il Pibe de Oro accettò molto volentieri: ecco che cosa successe tra i due.

Maradona e la sorpresa della Regina Elisabetta

La regina Elisabetta riceve la Nazionale inglese
L’incarico della Regina Elisabetta affidato a Diego Armando Maradona (ANSA)

Da settimane la salute della Regina Elisabetta metteva in apprensione la famiglia Reale e i suoi sudditi. Oggi 8 novembre 2022, Sua Maestà lascia il regno nelle mani del suo primogenito Carlo, il Principe del Galles. Nel corso della sua monarchia, Elisabetta ha visto vincere l’Inghilterra il Mondiale del 1966, quello disputato in casa. Fu proprio lei a consegnare la Coppa Rimet al capitano della nazionale britannica Bobby Moore. La Regina era appassionata di calcio e tifosa dell’Arsenal, oltre che grande intenditrice di ippica.

Inoltre, la Sovrana del Regno Unito, quasi trent’anni dopo la celebre Mano de Dios, ebbe modo di investire una carica a Diego Armando Maradona. Tutt’altro che una scelta banale. L’ex campione argentino rimase sorpreso e accettò il compito assegnatogli dalla corona inglese e dal parlamento. Nel 2015, infatti, il Pibe de Oro ricevette l’incarico come presidente del Sud America per la fondazione Football for Unity, un progetto per aiutare bambini.

Voglio salutare Vostra Maestà la Regina e il Parlamento britannico e informarvi che accetto con tutto il cuore l’incarico che mi avete dato per la fondazione in America Latina“,  disse con orgoglio Maradona, che affermò poi con tono fermo – Grazie per la fiducia, io sono un uomo onesto e con me i corrotti non andranno avanti. Voglio solo il meglio per i bambini“. Stando a quanto confermato dall’ex avvocato di Diego Matias Morla, fu proprio la Regina Elisabetta a voler Maradona come presidente della fondazione per l’America Latina. L’uomo più adatto per un compito delicato e che l’ex attaccante del Napoli aveva preso con serietà e dedizione.