Ajax-Napoli, Schreuder teme Mario Rui: “È la chiave del Napoli”

Il tecnico dell’Ajax Alfred Shreuder ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match della ‘Johan Cruijff’ Arena tra Ajax e Napoli

Manca poco ormai per il ritorno della Champions League. Una competizione che per il Napoli si sta dimostrando più che esaltante, alla luce delle prime importanti prestazioni. Dopo i primi due incontri infatti gli azzurri hanno messo a segno ben sette reti, subendone solamente una, nelle gare contro Liverpool e Rangers.

Ajax esultanza
L’Ajax esulta dopo aver segnato ai Rangers (LaPresse)

Tuttavia, non bisogna pensare al passato e questo Luciano Spalletti lo sa benissimo. Martedì 4 ottobre i partenopei alle ore 21 affronteranno nella cornice della ‘Johan Cruijff Arena’ una storica compagine come l’Ajax che, alla pari degli azzurri, nelle prime due sfide ha mostrato una serie di elementi molto positivi.

Ajax-Napoli, Schreuder: “Napoli squadra forte, Mario Rui è la chiave del gioco”

Mario Rui (LaPresse)

L’allenatore dei Lancieri Alfred Schreuder ha parlato in conferenza stampa della prossima gara contro il Napoli. A detta del mister olandese, il Napoli è una delle squadre più forti attualmente, grazie a una serie di partite giocate ad altissime livelli. Schreuder sottolinea quali sono a suo parere i migliori giocatori degli azzurri, quelli che in breve si dimostrano determinanti tatticamente. “Abbiamo visto parecchie partite del Napoli, loro sono veramente molto forti e hanno fiducia in loro stessi. La parte sinistra è molto importante nel gioco del Napoli, Mario Rui è importantissimo per distribuire il gioco. Contro il Milan il Napoli ha dominato nella ripresa, così come contro i Rangers. Bisogna cercare di fare il meglio”.

Oltre al portoghese, autore di una prima parte di stagione esaltante, non può mancare un giudizio in merito alla nuova stella georgiana del Napoli, Kvaratskhelia. “Sì, è molto forte, sta facendo benissimo a sinistra, dobbiamo fermarlo come squadra, difendere come squadra. Lui è forte con la palla, combina con Zielinski, vuole l’uno contro uno e difenderemo di squadra”.

Motivazione? Sarà facile ottenerla, loro sono degli sportivi, domani faranno vedere le loro motivazioni”, afferma Schreuder. “Giochiamo contro il Napoli, una squadra tra le più forti,le motivazioni non c’entrano, bisognerà giocare come squadra, fare combinazioni, osare, attaccare, prendere rischi e giocare col pallone dal portiere”. Conclude il tecnico olandese.