“Tutti e due”, Kvaratskhelia senza limiti: la stella azzurra si espone

Khvicha Kvaratskhelia senza filtri. Il georgiano si racconta e non pone alcun limite alle ambizioni: “Voglio tutti e due”

Il protagonista indiscusso di questi avvio di stagione in casa Napoli è sicuramente Khvicha Kvaratskhelia. Il giocatore georgiano è stata la vera sorpresa di questo campionato. Arrivato in estate in sordina per appena 10 milioni dalla Dinamo Batuni, oggi il ventunenne talento è uno dei giocatori di punta della Serie A, tra i più temuti e apprezzati del campionato. In appena 8 giornate ha messo in mostra tutta la sua bravura, mettendo a segno 5 gol e 2 assist. Altrettanto positivo anche l’impatto con la Champions League e con il calcio europeo, in tre partite ha collezionato un gol e due assist.

kvaratskhelia 08102022 napolicalciolive (1)
Khvicha Kvaratskhelia (LaPresse)

Kvaratskhelia si è dimostrato un vero funambolo.  Dribbling, tecnica, fantasia, strappi e giocate: sin dalle prime battute della sua avventura azzurra, nell’ormai lontano ritiro di Dimaro, Khvicha aveva fatto intravedere di essere di più di uno sconosciuto arrivato dall’Est Europa. Spalletti gli ha dato subito fiducia, e lui ha ripagato con prestazione che hanno fatto immediatamente innamorare i tifosi.

Kvaratskhelia punta in alto: “Voglio tutti e due”. I paragoni non lo spaventano

kvaratskhelia 08102022 napolicalciolive (1)
Khvicha Kvaratskhelia (LaPresse)

Khvicha Kvaratskhelia ha rilasciato una interessante intervista ai microfoni del Corriere dello Sport. Il giocatore ha riflettuto sul percorso fatto sin qui dagli azzurri. “Il Napoli è pieno di giocatori forti” ha detto sicuro “possiamo arrivare in alto”, ha confermato valutando con un 10 tondo l’inizio di stagione. Le ambizioni sono alte, tanto che alla classicia domanda “campionato o Champions League”, Khvicha non ha dubbi su cosa scegliere: “Tutti e due”. Se lo scudetto è un sogno, gli ottavi di Champions arrivati a questo punto è un obbiettivo: nessun limite per questo Napoli.

Kvara è consapevole del tanto affetto che il pubblico ha maturato nei suoi confronti in così poco tempo. “E’ bello. Proprio per questo do più del massimo. Voglio migliorare e imparare per arrivare in alto”. Anche grazie al sostegno di Spalletti, definito dal georgiano un grande allenatore, un vero maestro che guardando da fuori riesce a dare i consigli giusti per crescere. Proprio l’allenatore ha dato sin da subito fiducia al suo gioiello, permettendogli di diventare il fiore all’occhiello del suo nuovo Napoli.

In queste settimane Kvaratskhelia ha dovuto sostenere paragoni importanti, come quello con George Best. Kvaratskhelia però, pur ispirandosi ai grandi del calcio (Da Cristiano Ronaldo al suo idolo Guti) sembra intenzionato a mantenere i piedi per terra. Kvaratskhelia ha dichiarato di non dare troppo pesi ai chiacchiericci e alle parole, e di essere consapevole della necessità di dimostrare sul campo tutto il suo valore, e di potere alla lunga entrare anche lui tra i grandi del calcio. L’inizio, senz’altro, promette bene. L’investimento da 10 milioni fatto dal Napoli in estate ha quadruplicato il suo valore in appena qualche mese, e tutte le big del continente hanno il nome del georgiano cerchiato sul taccuino.