Spalletti ha deciso: potrebbe far fuori un suo “fedelissimo”

L’allenatore del Napoli Luciano Spalletti deve fare i conti con la pesante assenza di Amir Rrahmani, che rimarrà fermo per tutto il 2022

Anche per il Napoli arrivano gli infortuni. Dopo quello di Osimhen, che intanto è pronto al rientro, torna ad Amir Rrahmani fermarsi per un problema non da poco. Questo intenso avvio di stagione con partite giocate letteralmente ogni tre giorni (contando anche gli impegni delle nazionali) si fa sentire. Ogni giorno un “bollettino di guerra” con le squadre di Serie A che mano a mano perdono pezzi. La squadra azzurra non fa eccezione, e si ritrova senza il suo difensore centrale, che probabilmente rivedrà solo nel 2023, ma solo a causa della sosta per le nazionali.

spalletti
Spalletti ha deciso: potrebbe far fuori un suo “fedelissimo” (LaPresse)

Il problema muscolare al tendine del difensore lo terrà fermo per circa un mese, ma comunque non in tempo per rientrare entro il 13 novembre, giorno dell’ultima partita prima dello stop. Un problema non da poco, perché Rrahmani era tra i migliori per rendimento, formando con Kim una coppia praticamente perfetta e che si è consolidata da subito. Il coreano perde il suo partner, e ora Spalletti dovrà decidere come sostituirlo, visto che le gare senza il kosovaro saranno ben 9, contando anche la Champions League. A quanto pare, il sostituto naturale di Rrahmani è Leo Ostigard, altro nuovo acquisto. Il giovane difensore norvegese si è visto poco, ma quando è entrato in campo si è fatto valere. Per lui potrebbe essere l’occasione perfetta per affermarsi.

Spalletti deve trovare il sostituto di Rrahmani, ma la sua scelta potrebbe spiazzare

Eppure, questa eventuale scelta di Spalletti lascia perplessi: nelle retrovie, infatti, c’è anche Juan Jesus. Il difensore brasiliano lo scorso anno è stata la prima alternativa in difesa. Quando Koulibaly è mancato per la Coppa d’Africa, ad esempio, lo ha sostituito con un rendimento eccezionale. Ma non solo: Spalletti lo ha impiegato spesso, dandogli importanza. Del resto l’ex Roma è considerato un fedelissimo dell’allenatore di Certaldo: è stato proprio lui a volerlo lo scorso anno, prelevandolo dal mercato svincolati.

juan jesus
Juan Jesus (Foto LaPresse)

Vero che Jesus in teoria è il sostituto di Kim (che infatti ha preso il posto di Koulibaly) ma se Spalletti scegliesse Ostigard in pianta stabile l’esclusione dell’esperto e affidabile Juan Jesus farebbe rumore. Non è un’eresia dire che toccherebbe all’ex Roma giocare titolare in questo periodo senza Rrahmani, soprattutto per un discorso di affidabilità ed esperienza. Vedremo cosa ne penserà Spalletti e quale sarà la sua decisione definitiva.