Allegri analizza i vertici della classifica: anche il Napoli nel mirino

L’allenatore della Juve Massimiliano Allegri ha espresso il proprio parere sulla lotta per lo scudetto: ecco da cosa è dato il distacco in classifica.

Il tecnico bianconero ha dato una panoramica sulla classifica di Serie A, individuando la causa del distacco in vetta.

Allegri
Massimiliano Allegri, allenatore della Juve (credit: ANSA)

La Juventus ha avuto un avvio di stagione al di sotto delle aspettative. La squadra bianconera ha rimediato sconfitte pesanti e risultati negativi fra campionato e Champions League. In particolare, il cammino europeo è già a rischio dopo le sconfitte con PSG, Benfica e Maccabi Haifa: centrare il passaggio del turno non sarà semplice.
Anche la rimonta per arrivare allo scudetto sarà tutt’altro che facile: le squadre in vetta stanno già scappando.
Massimiliano Allegri ha individuato il motivo del distacco che si sta creando in classifica.

Allegri ed il distacco in Serie A: ecco il perché della distanza in classifica

La Juve ha iniziato la stagione con un unico obiettivo: vincere il campionato. Massimiliano Allegri, nel finale della passata annata, aveva dichiarato che la sua squadra doveva lottare per il primo posto dopo due anni senza scudetto.
La società ha operato sul mercato regalando rinforzi importanti all’allenatore, ma l’avvio in Serie A e Champions League non è stato positivo.

La tifoseria ha anche perso la pazienza in alcuni frangenti. In particolare, ci sono state delle contestazioni dopo le sconfitte con Benfica e Monza. Sul banco degli imputati, oltre ai giocatori, c’è anche Allegri, accusato di non saper dare identità alla sua formazione.
Ad oggi la possibilità di lottare per lo scudetto pare remota e l’allenatore ha espresso la propria opinione sulle fughe delle squadre davanti (guidata dal Napoli di Spalletti).

Kvaratskhelia - Napoli
Khvicha Kvaratskhelia, attaccante del Napoli (credit: ANSA)

Allegri, alla vigilia della partita con l’Empoli, ha dichiarato che, secondo lui, si sta creando un distacco in classifica fra parte alta e bassa della classifica. La ragione per cui le squadre di alta classifica stanno correndo sarebbe proprio da ricercare nelle formazioni che occupano gli ultimi posti: “In vetta vanno forte perché in fondo fanno pochi punti”.

Secondo l’allenatore della Juve, dunque, la fuga delle grandi come Napoli, Atalanta e Milan sarebbe agevolata dalle difficoltà delle squadre che occupano gli ultimi posti della classifica e che faticano a frenare le avversarie.