De Laurentiis è lo sceicco “green” del Napoli: adesso il modello fa gola

De Laurentiis ha costruito un Napoli tutto nuovo ed ora il modello è preso da esempio da molti club in Italia ed in Europa.

L’ultima estate è stata davvero turbolenta in casa Napoli, con i tifosi che hanno visto andare via uno dopo l’altro giocatori come Koulibaly, Insigne, Ospina e Mertens, tutti considerati dei leader all’interno dello spogliatoio. Ma la società azzurra non ha avuto paura del rinnovamento e, nonostante l critiche pesanti ricevute, ha deciso di tirare dritta per la sua strada ed alla fine ha avuto ragione.

De Laurentiis
Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis (LaPresse)

Non è stata un’estate facile nemmerno per De Laurentiis che, come sempre, è stato quello che ha ricevute le critiche più dure, con parte del tifo azzurro che lo ha anche invitato a vendere la società a persone con più voglia e più fame di vittorie. Il patron romano, invece, è rimasto al suo posto, rispedendo al mittente le critiche e gli insulti e costruendo un modello societario ora ammirato da tutti, tanto in Italia quanto in Europa.

La vittoria di De Laurentiis: ora il suo Napoli è un esempio per tutti

Napoli De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (ANSA)

Ad analizzare il nuovo modello costruito da De Laurentiis ci ha pensato il Corriere della Sera tramite il noto giornalista Mario Sconcerti. Secondo il giornalista toscano il Napoli, così come il Benfica che ha travolto la Juventus in Champions League, sta portando avanti quello che è il modello di calcio più interessante. Gli azzurri stanno funzionando non solo sul campo, ma anche a livello dirigenziale ed è proprio perché funziona il tutto che le cose stanno andando così a gonfie vele.

Sconcerti si è soffermato proprio su questo punto, scrivendo come Napoli e Benfica non siano due società dal grande fatturato e che la loro forza sta tutta nella competenza. Il noto giornalista spiega come la strada intrapresa dai due club sia quella di vivere attraverso lo scouting ed academy private e che, quindi, si “riproducono continuamente senza aver bisogno di spendere ingenti somme di denaro. Per Sconcerti, il Napoli non ha affatto bisogno di essere venduto ad uno sceicco per poter trionfare e gli azzurri lo stanno dimostrando in campo.

Nella sua analisi, Sconcerti scrive poi come questo modello non si assoluto ma, anzi, si tratta di un modello così semplice ed evidente che può essere riprodotto da tutti. Non a caso, il Napoli è ammirato tanto in Italia quanto in Europa e la stessa Juventus vuole ispirarsi agli azzurri per poter rinascere dalle macerie in cui si trova attualmente. La bravura e la forza del Napoli, aggiunge poi Soncerti, è il saper vendere i giocatori avendo già sostituti equivalenti e ciò non è affatto semplice.

Una vera vittoria per De Laurentiis che, dopo un’estate passata a sentirsi dire di dover lasciare il Napoli e pensare solo al Bari, ha reso il suo Napoli un prodotto appetibile in Italia e in Europa e da uomo di business qual è non potrebbe essere più soddisfatto di come stanno andando le cose. Il patron romano sta parlando poco, quasi non dice nulla e fa bene, poiché sono i fatti a parlare per lui e a dargli inevitabilmente ragione.