Antonio Conte, ecco perché il clamoroso ritorno alla Juve è possibile

In queste ore si parla di un clamoroso ritorno di Antonio Conte alla guida della Juventus: ecco perché il clamoroso scenario è possibile.

L’allenatore del Tottenham è accostato ai bianconeri. Una seconda esperienza a Torino pareva impossibile, ma non è utopia.

Antonio Conte
Antonio Conte, allenatore del Tottenham (credit: ANSA)

In questi giorni sta tornando di moda il nome di Antonio Conte per la panchina della Juve. L’attuale allenatore del Tottenham ha guidato i bianconeri per tre stagioni aprendo il ciclo dei novi scudetti consecutivi.
Dopo aver lasciato Torino, l’ex centrocampista ha allenato la Nazionale, il Chelsea, l’Inter e, attualmente, gli Spurs. Con il club londinese lavora da circa un anno, essendo subentrato a stagione in corso nel passato campionato, e il suo contratto è in scadenza.
L’ex CT ha già affermato che sia lui che la società faranno le giuste valutazioni e parleranno di futuro solo fra qualche mese. Nel frattempo, però, le voci su un possibile ritorno alla Juve stanno diventando sempre più insistenti.

Conte, il clamoroso ritorno in bianconero è possibile per un motivo

Dopo un inizio di stagione molto complicato e la rumorosa eliminazione dai gironi dalla Champions League, iniziano a susseguirsi le voci su un possibile addio di Massimiliano Allegri alla Juventus.
L’allenatore livornese, per ora, è molto saldo sulla sua panchina grazie alle numerose conferme pubbliche dell’AD Maurizio Arrivabene e ad un contratto molto pesante che renderebbe difficile l’esonero.

Tuttavia, lo scenario potrebbe cambiare al termine della stagione. Sbagliato dire che ci sia già l’idea di dirsi addio, ma è anche vero che la dirigenza valuterà i risultati ottenuti in campionato, Europa League e Coppa Italia: non dovessero essere soddisfacenti, si potrebbe pensare ad un cambio di guida tecnica.
Le indiscrezioni degli ultimi giorni parlano di un sondaggio esplorativo con Antonio Conte.

Antonio Conte
Antonio Conte durante l’esperienza alla Juve (credit: ANSA)

Come anticipato, le voci su un suo possibile ritorno a Torino sono legate al suo attuale contratto con il Tottenham: non dovesse rinnovare, allora potrebbe diventare un’ipotesi concreta.
Ad ogni modo, sarebbe necessario anche che l’allenatore si chiarisca con il presidente Andrea Agnelli: i rapporti fra i due sarebbero ancora freddi (celebre il dito medio di Conte durante Juve-Inter di Coppa Italia).

Ad ora, comunque, si tratta solamente di una possibilità e non di realtà. Tutto sarà legato al futuro di Massimiliano Allegri e al destino di Antonio Conte con il Tottenham, che punterebbe a confermarlo come allenatore anche per la prossima stagione.