Tonali, ultimi accertamenti: ecco che cosa è successo in campo

Arrivano importanti aggiornamenti sulle condizioni di Sandro Tonali, costretto a uscire dal campo in barella nell’amichevole dell’Italia contro l’Albania per un bruttissimo infortunio: ecco cosa emerge.

Gli azzurri di Mancini vincono 1-3 a Tirana e si preparano per l’ultima sfida del 2022 contro l’Austria, ma a tenere tutti con il fiato sospeso sono le condizioni del centrocampista del Milan.

Sandro Tonali (Instagram - Tonali) Napolicalciolive.com
Sandro Tonali (Instagram – Tonali) Napolicalciolive.com

Siamo ormai alla vigilia del Mondiale e mano a mano che l’appuntamento si avvicina crescono sempre di più i rimpianti per la Nazionale Italiana, costretta a guardare da casa per la seconda volta di fila la rassegna iridata. Nel frattempo però la squadra del ct Roberto Mancini è scesa in campo e lo ha fatto contro un’altra squadra che non andrà in Qatar: l’Albania dell’ex Lazio e Napoli Edoardo Reja.

In un’amichevole che non contava nulla dal punto di vista del risultato, gli azzurri si sono comunque resi protagonisti di una buona prestazione nonostante il vantaggio iniziale degli avversari. Al gol di targa Empoli firmato da Ismajli su cross di Bajrami, l’Italia ha infatti risposto con il pareggio di Di Lorenzo e la doppietta di Grifo, assoluto mvp del match grazie anche all’assist per il terzino del Napoli.

In mezzo tante altre occasioni, traverse da una parte e dall’altra ma soprattutto il brutto infortunio capitato a Sandro Tonali. Il centrocampista rossonero al 42′ del primo tempo è franato a terra cadendo malissimo dopo un contrasto aereo, facendo preoccupare tutti. Una volta uscito dal campo immobilizzato in barella, il giocatore è stato subito trasportato all’ospedale di Tirana per gli accertamenti del caso: ecco quali sono le novità sul suo stato di salute.

Da scommessa a certezza del Milan: perderlo per Pioli sarebbe un dramma

Arrivato nell’estate del 2020 al Milan in prestito oneroso per 5 milioni, Sandro Tonali aveva convinto poco e niente nella sua prima stagione in maglia rossonera tanto da far dubitare più di qualcuno su un suo eventuale riscatto. Maldini e Pioli però hanno creduto in lui e alla fine hanno avuto ragione, visto che il centrocampista nato a Lodi nel 2000 è stato uno degli uomini decisivi per lo scudetto conquistato lo scorso anno.

Tonali con la maglia del Milan (Ansa) Napolicalciolive.com
Tonali con la maglia del Milan Napolicalciolive.com

Dopo la partenza di Kessié direzione Barcellona, Tonali è diventato sempre di più il perno della mediana e praticamente un insostituibile per il tecnico rossonero. In questa stagione ha infatti già collezionato diciannove presenze sulle ventuno totali tra Serie A e Champions League, mettendo sempre a disposizione della squadra la sua qualità e la sua forza nel recuperare palloni. Ecco perché un infortunio grave sarebbe potuta essere una notizia terribile per il Milan, atteso da gennaio a una seconda parte di stagione ancora più impegnativa.

Gli ultimi aggiornamenti sulle sue condizioni fanno però ben sperare tutto il popolo rossonero: ecco cosa è emerso.

Le rassicurazioni di Mancini e l’esito degli esami

Già al termine della partita, il ct Roberto Mancini ha commentato l’episodio dando più notizie riguardo allo stato di salute del centrocampista: “Come sta? Ha preso un bel colpo, ma era cosciente e spero di riaverlo presto”. Insomma, parole che hanno subito rassicurato tutti e che hanno preceduto di poco l’esito degli esami.

Tonali e Di Lorenzo contro l'Albania (Ansa) Napolicalciolive.com
Tonali e Di Lorenzo contro l’Albania Napolicalciolive.com

Tonali è infatti arrivato alla clinica di Tirana sulle sue gambe per gli accertamenti del caso, e la notizia positiva è che la tac ha dato esito negativo, tanto da permettere al giocatore di tornare in Italia insieme a tutto il gruppo squadra.

Un po’ di mal di testa, tanta paura, ma alla fine fortunatamente il lieto fine. Il centrocampista con tutta probabilità avrà chiuso qui il suo 2022 ma il Milan potrà far affidamento su di lui già dalla partita del 4 gennaio contro la Salernitana.