Dimissioni Allegri: è tutto vero, nelle ultime ore è iniziata la partita più difficile

Vero e proprio terremoto in casa Juventus che ha portato alle dimissioni di massa di tutto il Consiglio di Amministrazione bianconero, compreso il presidente Andrea Agnelli, da chiarire la posizione di Allegri.

Il caso che sta sconvolgendo il mondo del calcio è destinato a far discutere per lungo tempo.

Allegri Juventus
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus – napolicalciolive.com

Quello che è emerso fino ad ora sembra che sia solo la punta dell’iceberg di una faccenda veramente grande.

Juve sotto shock: si attende di conoscere l’esito

Le dimissioni di tutto il CdA della Vecchia Signora, arrivate come un fulmine a ciel sereno, hanno lasciato il mondo bianconero. Le dimissioni sono arrivate in seguito agli sviluppi dell’indagine “Prisma” condotta dalla Procura. A pesare sulla società sono l’erogazione di alcuni stipendi durante la pandemia di Covid-19 e valori di bilancio non conformi, comprese le super valutazioni sulle plusvalenze. Nel marasma è finito tutto l’organigramma della Juventus, tra cui il presidente Andrea Agnelli e il vice presidente Pavel Nedved, ma anche alcuni ex componenti della dirigenza juventina, come Fabio Paratici oggi al Tottenham.

Paratici
Fabio Paratici, ex dirigente della Juventus adesso al Tottenham – napolicalciolive.com

L’annuncio shock adesso divide in due vie le conseguenze di quanto accaduto. Tutti i dimissionari risponderebbero delle varie indagini a rispettivo carico in prima persona, mentre la società resta in attesa di capire se e a quali conseguenze potrebbe andare in contro. Nelle peggiori delle ipotesi si profilano per la Vecchia Signora penalizzazioni o esclusione da alcune competizioni, nel quadro ottimistico, invece, solo ammende e sanzioni.

Dimissioni improvvise: la posizione di Allegri fa discutere

In questo uragano che ha colpito la Juventus quasi nessun componente è stato risparmiato. Subito dopo le dimissioni del Consiglio di Amministrazione, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, erano arrivate anche quelle del tecnico Massimiliano Allegri e del direttore sportivo Federico Cherubini. Il ritorno di Allegri, infatti, era stato fortemente voluto proprio da Andrea Agnelli e se il livornese, fino ad ora, era rimasto alla guida dei bianconeri era per la fiducia incondizionato dell’ormai ex presidente della Juventus.

Allegri Agnelli Juventus
Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, e Andrea Agnelli, ex presidente della Juventus – napolicalciolive.com

Le dimissioni di Allegri e Cherubini sono state, però, respinte da John Elkann che attraverso un comunicato ha rincarato la dose e confermato la piena fiducia nel tecnico ex Milan. Ecco il comunicato di John Elkann: “Massimiliano Allegri rimane il punto di riferimento dell’area sportiva della Juventus: contiamo su di lui e su tutta la squadra per continuare a vincere come hanno dimostrato di saper fare nelle ultime giornate, mantenendo alti i nostri obiettivi sul campo“.

Massimiliano Allegri ne esce, dunque, rafforzato. Sarà lui il riferimento, insieme allo stesso Cherubini, per quanto riguarda l’area sportiva bianconera iniziando proprio dalla finestra di mercato invernale dove il tecnico avrà una voce decisamente autorevole. Adesso Allegri è chiamato ad una missione da dentro o fuori, un incremento esponenziale delle prestazioni e dei risultati della sua squadra gli garantirebbero un ruolo sempre più centrale anche in futuro; un eventuale flop della Juventus, invece, potrebbe spingere la nuova dirigenza a ricominciare con un nuovo progetto sportivo.

Pare comunque che nelle ultime ore il tecnico livornese sia già al lavoro per definire i contorni di quella che sarà la partita più difficile da giocare: in attesa anche di eventuali e non ancora scongiurati risvolti anche in materia di penalizzazione sportiva.