L’ex calciatore bianconero provoca il ministro: “Quegli scudetti vanno a loro”

Il terremoto Juventus non si ferma più, ogni giorno si aprono nuovi scenari nei quali ci sarà del nuovo lavoro da parte della giustizia italiana.

La società bianconera è entrata in un ciclone di polemiche senza fine. E sembra che più i giorni passano più emerge la consapevolezza da parte dei tifosi bianconeri che la situazione sia più complicata del previsto. Con la giustizia italiana, disseminata nelle varie procure, che ha sempre più lavoro da fare.

L'ex dirigenza della Juventus - napolicalciolive.com
L’ex dirigenza della Juventus – napolicalciolive.com

Tema centrale del dibattitto sulla Juventus sono anche gli scudetti che, nel corso degli ultimi deici anni, ha conquistato sul campo grazie alle gestioni di Conte prima e di Allegri poi. Secondo molti analisti e giornalisti, la Juventus avrebbe un debito di qualche campionato nei confronti delle altre big del calcio italiano, tra cui figura il Napoli.

Juventus, il caos giudiziario non conosce tregua

Dalle dimissioni di Agnelli, Nedved e Arrivabene a oggi sembrano passati tantissimi mesi. In realtà sono trascorse un paio di settimane dall’inizio di una delle situazioni giudiziarie più complesse degli ultimi anni che coinvolge tra l’altro un club con dei precedenti importanti. In queste ore sembra che anche il proprietario effettivo della Juventus, il Ceo di Exor John Elkann, stia iniziando a girarsi intorno con lo scopo di capire effettivamente cosa fare per cominciare un nuovo ciclo vincente. Secondo il Corriere dello Sport, Elkann potrebbe addirittura silurare Allegri in caso di mancato quarto posto.

Andrea Agnelli - napolicalciolive.com
Andrea Agnelli – napolicalciolive.com

Intanto la Codacons, tramite un comunicato apparso sul suo sito ufficiale, ha annunciato di dare una mano ai piccoli azionisti della Juventus, preparando una class action a favore di essi. “Le ipotesi accusatorie sono false comunicazioni sociali, manipolazione del mercato, dichiarazioni fraudolente con utilizzo di fatture per operazioni inesistenti” riporta il comunicato del Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori. Che conclude: “Di conseguenza, tutti gli azionisti che hanno acquistato e/o mantenuto nel portafoglio i loro titoli potrebbero essere stati lesi nei loro diritti ed interessi economici”. 

Ziliani scatenato contro la Juve: “Gli mancano 4 scudetti”

Il giornalista del Fatto Quotidiano ed ex calciatore, Paolo Ziliani, nelle ultime ore ha lanciato nuova benzina sul fuoco della Juventus, affermando senza giri di parole che tutti gli scudetti vinti durante l’annata bianconera dovrebbero essere dati alle seconde classificate. Il giornalista intende dire che per “punire” la Juventus in maniera esemplare gli si dovrebbero togliere quei titoli vinti con alcune attività illecite.

Andrea Abodi - napolicalciolive.com
Andrea Abodi – napolicalciolive.com

Ovviamente rimane una provocazione, ma l’aspetto curioso è che Ziliani ha chiamato in causa non uno qualunque ma l’attuale ministro dello Sport Andrea Abodi. “Nove scudetti consecutivi vinti dalla Juventus Scudetti da cancellare come i Tour di Armstrong E da riassegnare ai secondi, retrocedendo i bari, perché tutti ricordino 11-12 Milan 12-13 Napoli 13-14 Roma 14-15 Roma 15-16 Napoli 16-17 Roma 17-18 Napoli 18-19 Napoli 19-20 Inter”. Queste le parole che hanno creato il putiferio.