Rivoluzione Juve: Allegri e mezza squadra lasciano alla fine della stagione

Il nuovo ciclo in casa Juventus sta per partire: Massimiliano Allegri è a un passo dall’addio ma non sarà l’unico, i confermati sono pochissimi!

La nuova dirigenza vuole ricostruire dalle fondamenta una Juve capace di tornare da subito ai vertici sia in Italia che in Europa.

Massimiliano Allegri - Napolicalciolive.com
Massimiliano Allegri – Napolicalciolive.com

Il 2023 calcistico è pronto a iniziare e lo farà subito in grande stile a partire dal 4 gennaio con la ripresa del campionato di Serie A. Gennaio inoltre è anche il mese del calciomercato invernale che, come ogni anno, potrebbe regalare grandi sorprese. Se c’è chi come il Napoli avrà poco da modificare considerata la prima parte di stagione, c’è chi invece come la Juventus qualcosa proverà a fare per salvare un’annata già quasi compromessa. Gli ultimi avvenimenti che hanno portato alle dimissioni dell’intero Cda bianconero hanno però confermato una cosa: in estate sarà rivoluzione.

L’obiettivo per la panchina è una leggenda: ecco chi sono gli inamovibili

A Massimiliano Allegri è stata data fiducia fino al termine di questa stagione ma, a meno di eventi clamorosi, difficilmente verrà confermato a lungo dal nuovo organigramma societario. Per riportare entusiasmo all’ambiente infatti la Juventus starebbe facendo di tutto per mettere sulla panchina bianconera una vera e propria leggenda sia da calciatore prima che da allenatore ora: Zinedine Zidane.

Zinedine Zidane - Napolicalciolive.com
Zinedine Zidane – Napolicalciolive.com

Con un tecnico dal palmarès di Zizou la rosa verrebbe senza ombra di dubbio rivoluzionata. Tra gli inamovibili ci sarebbe senza ombra di dubbio la coppia Szczesny-Perin, che ha mostrato negli anni molta affidabilità tra i pali. In difesa si ripartirà dai nuovi acquisti Bremer e Gatti, oltre che dall’esperienza e dalla duttilità di Danilo. In mezzo al campo spazio ai giovani Locatelli, Miretti e Fagioli, mentre sulle fasce si punterà tutto su Chiesa, Kostic e sulla nuova stellina Iling. Davanti verrà probabilmente riscattato Milik, protagonista di una grande prima parte di stagione.

In molti con la valigia in mano: dai giocatori a fine ciclo ai sacrificati di lusso

Al contrario, ci sono tantissimi giocatori con un grosso punto interrogativo sul loro futuro. Alcuni sono arrivati a fine ciclo e difficilmente la Juventus deciderà di confermarli, altri invece sono richiesti da tantissimi top club e potrebbero portare nelle casse bianconere una bella somma da reinvestire. Ecco perché in caso di rivoluzione il capitolo cessioni rischia di essere molto più ampio del previsto.

Alex Sandro e Leonardo Bonucci - Napolicalciolive.com
Alex Sandro e Leonardo Bonucci – Napolicalciolive.com

Bonucci appare sulla via del tramonto anche se potrebbe restare per il suo ultimo anno di contratto come senatore dello spogliatoio. Lasceranno invece con tutta probabilità Rugani, Alex Sandro e Cuadrado, apparsi molto sottotono rispetto al passato. A centrocampo non verrà sicuramente riscattato Paredes e molto probabilmente neanche Rabiot; inoltre si deciderà di monetizzare dalla cessione di McKennie e si valuteranno passo per passo le condizioni fisiche di Pogba. Poche chance di permanenza anche per Kean, Di Maria e Dusan Vlahovic, considerato come un sacrificio doloroso ma necessario per rimettere a posto i conti bianconeri.