Home Interviste & anteprime @NCLiveCom Napoli-Cagliari, Orru: “Gli azzurri possono colpire in qualsiasi momento”

Napoli-Cagliari, Orru: “Gli azzurri possono colpire in qualsiasi momento”

Insigne attaccante Napoli
Lorenzo Insigne ©Getty

Manca davvero poco per Napoli-Cagliari e sarà una partita molto importante per entrambe le squadre. La squadra di Sarri è reduce dalla vittoria in rimonta sulla SPAL per 3 a 2. Gli uomini di Rastelli arrivano invece dalla sconfitta in casa contro il Chievo per 0-2. Per avere ulteriori informazioni sulla partita la redazione di NapoliCalcioLive.com ha contattato Marco Orru, collega e  redattore di Sardegnalive.net.

Il Cagliari si presenta a questo match con due sconfitte consecutive: come si prepara una partita di questo calibro?

“Prima di questa serie negativa i sardi erano reduci da due vittorie consecutive, e certamente le ultime due gare interne hanno affossato un pò il morale. Rastelli durante la conferenza stampa ha dichiarato che dall’esterno, l’ambiente può sembrare depresso ma non è cosi”.

C’è un giocatore del Cagliari che potrebbe creare qualche preoccupazione alla squadra partenopea?

“Sicuramente Joao Pedro è uno dei calciatori più in forma, anche se pure lui è naufragato nella ultime due partite. Domani il brasiliano dovrebbe giocare dietro Sau per provare a strappare almeno un punto al Napoli”.

Come definisci il Cagliari con un aggettivo?

“Non è facile, ma ti posso dire due termini che ha usato oggi il mister durante la conferenza stampa: compattezza e pragmatismo. Il Cagliari domani deve cercare di non distrarsi neanche un secondo anche perché il Napoli ti può far male in qualsiasi momento”.

Con quale modulo e formazione scenderà in campo la compagine rossoblu?

“Il modulo dovrebbe essere un 4-4-1-1 con il seguente undici iniziale: Cragno; Padoin, Andreolli, Romagna, Capuano; Faragò, Ionita, Cigarini, Barella; Joao Pedro; Sau”. Potrebbe giocare qualche minuto Pavoletti, al rientro da un infortunio muscolare”.

Dove può arrivare questo NapolI?

“Il Napoli a me piace tantissimo, così come il gioco di Sarri. Fin da inizio stagione ho detto che potrebbe essere l’unica squadra a dare filo da torcere alla Juventus. Il tecnico toscano dovrà essere bravo a risolvere qualche problemino in difesa che si è evidenziato sia contro la SPAL e in Champions League contro il Feyenoord”.

A cura di Danilo Conforti (Twitter: @Danilo322)