Home Le Rubriche di napolicalciolive.com L’AVVERSARIO – Pellegrini: “Contro il Napoli ci sarò, vorrei segnare il primo...

L’AVVERSARIO – Pellegrini: “Contro il Napoli ci sarò, vorrei segnare il primo gol all’Olimpico”

Pellegrini © Getty Images
Pellegrini © Getty Images

Lorenzo Pellegrini, giovane centrocampista della Roma, ci sarà contro il Napoli come ha svelato ai microfoni di Sky Sport pochi minuti fa. L’ex Sassuolo ha un sogno nel cassetto che potrebbe esaudire già a partire dalla sfida di sabato sera: “Mi piacerebbe segnare il primo gol all’Olimpico, però quando arriva arriva: io ci provo sempre. Scendiamo in campo con certezze ben precise. Siamo una squadra, mi sento di dire un bel gruppo, possiamo ancora migliorare e crescere. Sabato ci aspetta una partita importante, uno scontro diretto per i primi posti. Gli uomini di Sarri stanno facendo benissimo, ma anche noi stiamo andando bene in questo inizio e dobbiamo continuare così. Vincere contro il Napoli sarà importante per affrontare anche meglio l’impegno di Champions League”. Contro la squadra azzurra l’ex centrocampista del Sassuolo sarà nuovamente a  disposizione di Di Francesco dopo l’infortunio al polpaccio: “Abbiamo lavorato molto bene in questi giorni: da oggi sono rientrato in gruppo. Il dolore è sparito: sarò a disposizione per sabato e sono molto contento perché era questo l’obiettivo. Mi è dispiaciuto molto saltare le gare della Nazionale però con questo dolore non era proprio possibile farle”.

Napoli, Pellegrini si racconta

Dal Sassuolo al ritorno alla Roma Lorenzo Pellegrini è diventato indispensabile in poco tempo per Di Francesco, ma il giovane giallorosso non si scompone: “Io di carattere cerco di rimanere molto tranquillo e sereno: se sono qui è perché non ho mai smesso di lavorare, cercando ogni giorno di fare meglio. L’obiettivo è questo senza soffermarsi troppo su quello che si è fatto anche perché nel calcio si fa presto a dimenticare. È molto più importante quello che si fa dopo rispetto a quello che si è fatto. Si continua a lavorare e crescere, speriamo che qui a casa ci riuscirò ancora meglio. La mentalità penso sia la cosa più importante”.