Home Rubriche KICKOFF – Napoli in campo sempre, servirà l’aiuto di tutti

KICKOFF – Napoli in campo sempre, servirà l’aiuto di tutti

Il campionato ritornerà fra due giorni, con il Napoli che ospiterà il Milan nell’anticipo di sabato sera al ‘San Paolo’. Gli azzurri devono vincere per continuare a conservare la testa della classifica e tenere le inseguitrici alle spalle, in particolar modo la Juventus, che nonostante una crisi di gioco vissuta nelle scorse settimane si ritrova comunque ad appena un punto di distacco dagli uomini di Maurizio Sarri. Il Napoli però calcoli non ne fa e non ne ha mai fatti, e l’attenzione è rivolta sempre e solo alla prossima gara da giocare. Comincia un periodo fatto di impegni ravvicinati tra le diverse competizioni: saranno almeno 11 i match che il Napoli sarà chiamato a giocare fino all’Epifania, 12 se si dà per scontato il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia, con l’ostacolo che sarà rappresentata da una tra Udinese e Perugia per il Napoli stesso.

Callejon
Chievo-Napoli, Callejon © Getty

Napoli, si profila una chance per tanti azzurri

Questo vuol dire che per forza di cose Maurizio Sarri dovrà effettuare delle rotazioni all’interno dell’undici titolare, per preservare gli elementi che vengono impiegati con maggiore continuità. Quindi assisteremo a delle staffette tra i diretti competitors Allan e Zielinski e Jorginho-Diawara, tra gli altri, mentre non si esclude ulteriore spazio per Chiriches ed anche per Maksimovic. Sembra invece fuori dubbio l’utilizzo continuo di Hamsik, al quale il Napoli e Sarri non mancheranno mai di dimostrare sostegno, e dei tre in attacco. Anche se far rifiatare le bocche di fuoco azzurre lasciandole in panchina oppure utilizzandole part-time si renderà necessario, magari in partite contro avversari non irresistibili. È tutta una questione di strategie, rivolte a risparmiare forze preziose. Il Napoli sa che è meglio conservare  le energie anche per la seconda parte del campionato, quando ci sarà bisogno di fare affidamento su tutte le proprie forze. Ed in questo la differenza la potrebbe fare anche qualche nuovo elemento acquistato durante il mercato di gennaio.