Home Calciomercato Napoli - Ultimi Scoop di mercato Calciomercato Napoli, De Laurentiis aspetta il sì di Sarri prima di fiondarsi...

Calciomercato Napoli, De Laurentiis aspetta il sì di Sarri prima di fiondarsi sul mercato

Sarri allenatore Napoli

Maurizio Sarri © Getty Images

SARRI DE LAURENTIIS CALCIOMERCATO NAPOLI/ Rinnovo sì, ma senza ansie. Il Napoli e Maurizio Sarri sembrano avere tutta l’intenzione di continuare insieme e il presidente De Laurentiis sembra seriamente propenso a prolungare l’accordo con l’allenatore triplicandogli lo stipendio. Ma non è certo un’urgenza. Il contratto di Sarri scade nel 2020 e in questo momento all’orizzonte non si vede nessuna squadra che possa voler pagare la clausola di 8 milioni presente sul contratto dell’allenatore. Ma il rinnovo si farà, anche per dare al Comandante azzurro un segnale forte di stabilità. Tre e mezzo o forse quattro milioni di stipendio e addio a quella clausola che, per quanto piuttosto alta per un allenatore, rappresenta comunque un potenziale punto debole per la società. E prevenire, si sa, è meglio che curare.

Poi le operazioni di contorno: restyling del centro sportivo di Castel Volturno, più autonomia sul mercato e l’intenzione di costruire due squadre quasi allo stesso livello, in grado di potersi giocare anche le coppe.

Calciomercato Napoli, da Torreira a Perin: le principali trattative

In cantiere il rinnovo di Jorginho, se arriva Torreira a partire potrebbe essere Diawara. Possibile anche il cambio Grimaldo-Ghoulam: l’algerino ha ancora molto mercato e con lo spagnolo l’accordo c’è già da tempo. Per l’erede di Reina è sfida a due fra Leno e Perin, in avanti torna d’attualità il nome di Simone Verdi, che resta un grande pallino di Sarri. De Laurentiis non sembra convintissimo dopo il rifiuto invernale dell’esterno del Bologna; un eventuale ritorno di fiamma sarebbe la conferma che il mercato, da adesso, lo decide anche mister Sarri. Infine, il sogno del presidente del Napoli si chiama Federico Chiesa, talento della Fiorentina classe 1997, che ha esordito in Nazionale maggiore proprio contro l’Argentina.