L’agente di Jorginho conferma: “Lo vogliono in Premier. Ecco perché ha pianto”

 

È tornato a parlare a Radio Crc Joao Santos, agente di Jorginho. Il centrocampista italo-brasiliano è stato protagonista del match di ieri tra Napoli e Torino, lasciandosi andare alle lacrime sotto la Curva al fischio finale del match. “Normale essere tristi, si voleva fare qualcosa di importante per un popolo speciale come quello napoletano”, ha detto l’agente. “Ormai è andata, pensiamo al prossimo anno. Scudetto perso dopo Inter-Juve? Si, il 70% di quanto si vede in campo poi dipende dalla testa, concordo col mister Sarri. Quella partita lì è stata ingiusta. Quando vedi una roba così è difficile con la testa. Se questa è la fine di un ciclo? Ogni anno ne finisce uno, per tutti. Ora vediamo come lo inizierà di nuovo il club”.

Calciomercato, Jorginho via con Sarri o no?

Importante per il Napoli e per lo stesso Jorginho potrebbe essere Maurizio Sarri, l’allenatore toscano che potrebbe incidere sul futuro di molti azzurri. “Senza Sarri va via? No, ha due anni di contratto e quindi non è che dipende dalla permanenza di Sarri o meno” ha specificato Joao Santos. “Il suo futuro dipenderà dalle proposte. Il Napoli non mi ha detto niente sulle offerte, quando e se ci saranno ne parleremo. Non posso speculare dicendo che ci sono proposte. Ci sono interessamenti con qualche club che lo segue all’estero, ma le squadre che lo vogliono devono andare dal Napoli per trattarlo. Le lacrime finali? Lui vive Napoli da tempo, ormai, è stato un suo momento particolare e l’ho lasciato tranquillo”.