Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Napoli, il futuro si chiama Milik

Napoli, il futuro si chiama Milik

Arek Milik media gol
Sampdoria Napoli Milik ©Getty Images

Ripartire da Arkadiusz Milik. Anche contro il Crotone l’attaccante polacco ha dimostrato tutte le sue qualità. Si riparte da lui nella prossima stagione, dalla sua voglia di spaccare il mondo dopo aver subito due gravissimi infortuni. Un attaccante completo e sfortunato che poteva essere decisivo per la conquista dello scudetto. Ritornato in campo dopo mesi, ha subito ritrovato il feeling giusto con i suoi compagni di squadra. 15 presenze e 5 gol, una rete ogni 88 minuti. Un dato da non sottovalutare per ricordare a tutti che il Napoli ha in rosa un attaccante con un potenziale ancora tutto da esprimere. Dopo i due infortuni l’ex Ajax vuole diventare grande e vuole farlo proprio in maglia azzurra a partire dalla prossima stagione. Ora c’è il Mondiale con la Polonia, pronta a stupire tutti.

Napoli, la voglia di Milik

Fidanzata Milik
Milik © Getty Images

“Adesso voglio giocare il più possibile. Speriamo che il prossimo anno sia così. Ora c’è il Mondiale, per me non è finita la stagione”. Lo aveva dichiarato al termine della partita contro la Sampdoria, sbloccata da un suo gioiello all’incrocio. Ha confermato le sue intenzioni contro il Crotone, trasformando in gol una giocata da fuoriclasse di Insigne. Il Napoli ripartirà da Milik, con o senza Maurizio Sarri. E questo potrebbe spingere Mertens ad andare via. Una clausola “leggera” da 28 milioni di euro e la possibilità di firmare l’ultimo contratto più importante della sua carriera. La società ci pensa. 24 anni e la voglia di Milik di tornare finalmente protagonista in maglia azzurra potrebbero fare la differenza.