Home Rubriche Rassegna stampa di domenica 1° luglio 2018: “Pista Pavard per il Napoli”

Rassegna stampa di domenica 1° luglio 2018: “Pista Pavard per il Napoli”

CONDIVIDI
rassegna stampa Napoli
La rassegna stampa Napoli di oggi con i titoli di apertura dei principali quotidiani

Rassegna stampa sportiva di domenica 1° luglio 2018. Le prime pagine di oggi. CorSport: “Spunta il francese Pavard per il Napoli.

CORRIERE DELLO SPORT – La prima pagina del quotidiano romano, nella sua edizione campana, parla in merito del mercato del Napoli di diverse possibilità. Per la fascia destra il belga Meunier ed il francese Pavard entrano in concorrenza con l’austriaco Lainer. E c’è anche Janko. La prima pagina però è dedicata ai Mondiali, arrivati agli ottavi di finale. Ci sono già due vittime illustri: sono l’Argentina di Messi ed il Portogallo di Cristiano Ronaldo (che si aggiungono alla deludente Germania), eliminati rispettivamente dalla Francia dello scatenato Mbappé e dall’Uruguay dell’altrettanto inarrestabile Cavani. Oggi in campo Spagna-Russia e Croazia-Danimarca. Chiudono la prima pagina i motori, con la Formula 1 e la MotoGP, per i gran premi di Austria ed Olanda.

Gazzetta: “Mbappé e Cavani, col mondiali”

GAZZETTA DELLO SPORT – Il quotidiano di Milano esalta Mbappé e Cavani, i cui gol hanno permesso a Francia ed Uruguay di andare ai quarti di finale. Ed ora proprio le due squadre si affronteranno venerdì prossimo. In alto c’è il calciomercato. L’Inter non si ferma e dopo Nainggolan e Politano punta a Dembelé del Tottenham. Il Milan invece dimentica i suoi guai con Ciro Immobile. La Roma è divisa tra Ziyech e Berardi, per la Juventus scema invece la pista che punta a Milinkovic-Savic. Chiudono la prima pagina Formula 1, MotoGP, il ciclismo ed il tennis.

Il Mattino: “Messi e Cristiano Ronaldo a casa”

IL MATTINO – Il giornale di Napoli presenta come al solito aggiornamenti relativi alla politica ed alla cronaca sia italiane che estere. Non mancano anche riferimenti alla cultura. Per quanto riguarda il calcio, si parla delle eliminazioni ai Mondiali di Argentina e Portogallo e di come “un calcio di rigore possa cambiare la vita”, secondo il noto giornalista sportivo Federico Buffa.