Home Calciomercato Napoli - Ultimi Scoop di mercato Infortunio Ghoulam, martedì l’esito del professor Mariani: la situazione

Infortunio Ghoulam, martedì l’esito del professor Mariani: la situazione

infortunio Ghoulam
Ghoulam ©Getty Images

Infortunio Ghoulam – L’algerino ha accusato dolori al ginocchio infortunato durante le vacanze a Miami: martedì il consulto con il professor Mariani.

Il nuovo Napoli di Ancelotti ripartirà dai suoi punti forti, che, con ogni probabilità, saranno tutti (ad esclusione di Jorginho) riconfermati in rosa. Nella ultime stagioni hanno svolto un bon lavoro calciatori come Koulibaly, Hysaj, Ghoulam, Allan e i tre attaccanti. In particolare, l’agerino ha messo in luce doti straordinarie che hanno fatto sì che lo scorso gennaio arrivasse, per lui, il Pallone d’oro d’Algeria. Poi, però, quel maledetto infortunio che ne ha segnato l’intera stagione: il possibile rientro a fine febbraio è stato allontanato da una pesante ricaduta in allenamento prima del match casalingo con la Lazio. Stagione finita anzitempo, dunque, e azzurri che hanno dovuto fare a meno di lui. Negli ultimi giorni, un po’ a sorpresa, il terzino ha accuato nuovi dolori al suo ginocchio, che ha subito anche un rigonfiamento.

Infortunio Ghoulam, martedì l’esito

Stando a quanto riportato dal Corriere del Mezzogiorno, il dolore sarebbe diminuito con il passare delle ore. Martedì potrebbe esserci un consulto a Roma con il professor Mariani, colui che lo ha operato in entrambi i casi. Soltanto dopo la società azzurra potrebbe conoscere con certezza le condizioni del proprio tesserato e decidere cosa farne. In caso di infortunio, il Napoli potrebbe lavorare sul mercato per trovare una nuova pedina in alternativa a Mario Rui. La priorità, però, sarebbe proprio Ghoulam, la cui clausola da 40 milioni è scaduta appena ieri. L’algerino è un vero e proprio gioiello per la squadra, e il suo inizio di stagione, prima dell’infortunio, lo ha dimostrato chiaramente. Difficilmente Ancelotti vorrà privarsi di un calciatore con le sue doti, ma il mercato è ancora lungo e nulla è da escludersi.