Home Ultime Notizie Calcio Napoli - Live News Napoli, senti Colantuono: “Meret il più forte d’Italia, azzurri a posto per...

Napoli, senti Colantuono: “Meret il più forte d’Italia, azzurri a posto per 15 anni”

Colantuono su Meret – Il tecnico della Salernitana ha parlato del portiere, neo acquisto del Napoli, che lui stesso ha fatto esordire qualche anno fa.

Oggi vistie mediche per Meret, si attende ormai soltanto l’annuncio ufficiale da parte del club. La presentazione probabilmente, avverrà a Dimaro, dove a breve i calciatori azzurri si riuniranno per preparare la nuova stagione che avanza. Il Napoli di Ancelotti vuole alzare ancora di più l’asticella per diventare sempre più forte in tutte le competizioni. Il nuovo mister avrà a disposizione una rosa molto ampia, e potrà scegliere tra due diversi schieramenti di (più o meno) pari livello. La svolta ci sarà senza dubbio, almeno sul piano della formazione: alcuni reparti, come la porta, sono stati completamente rivisitati ed altri hanno subito notevoli cambiamenti. Proprio la porta è la novità che risalta subito agli occhi dei tifosi, curiosi più che mai di conoscere le qualità del nuovo numero uno. In tale direzioni, però, arrivano importanti conferme da parte di Colantuono: Meret è un piccolo campione.

Colantuono su Meret al Napoli: “Azzurri a posto per 15 anni”

“Mi fa piacere aver fatto esordire qualche anno fa un giovane come Meret che già all’epoca dimostrava grandi potenzialità, che negli anni ha affinato. Il Napoli ha scelto sicuramente bene, insieme a Donnarumma è il giovane portiere più forte d’Italia” ha esordito Colantuono. “Pressioni? Lui è un ragazzo molto equilibrato, credo sia una questione sentita più da fuori. Napoli è una piazza difficile ed esigente, ma eventuali errori li fanno anche portieri super navigati, non solo gli esordienti. Con Meret il Napoli sta a posto per 15 anni”.

Su Karnezis, anche lui in arrivo dall’Udinese ad anche lui allenato dall’allenatore ai tempi dei friulani, aggiunge: “Era il titolare quando allenavo l’Udinese, si conoscono bene, sono amici e possono essere l’uno amico dell’altro”.