Home Calciomercato Napoli - Ultimi Scoop di mercato Grassani: “Jorginho voluto da Sarri. Il Chelsea non potrà toccare la rosa...

Grassani: “Jorginho voluto da Sarri. Il Chelsea non potrà toccare la rosa del Napoli”

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri ©Getty Images

Grassani, legale del Napoli, ha confermato come il Chelsea non potrà acquistare giocatori del Napoli, come sottoscritto negli accordi tra le parti

Da poche ore Maurizio Sarri è ufficialmente il nuovo allenatore del Chelsea. Dopo settimane di trattative estenuanti di calciomercato Napoli, con un braccio di ferro che ha visto De Laurentiis da una parte ed il tecnico toscano con la dirigenza dei Blues dall’altra si è finalmente riusciti a trovare un accordo sullo scioglimento del contratto che ancora legava Sarri al club azzurro. Un’intesa che prevede penali in caso di acquisti da parte della società londinese in casa partenopea nonché la cessione di Jorginho alla squadra inglese. Per parlare di questi temi Mattia Grassani, legale della SSC Napoli, è intervenuto nel corso della trasmissione ‘Si Gonfia La Rete’ sulle frequenze di ‘Radio CRC’: “Questa due giorni mi ha consentito di lavorare con due fuoriclasse con Aurelio De Laurentiis e Chiavelli – riporta ‘CalcioNapoli24.it’ – Questo lavoro con Sarri ha segnato una nuova tendenza in ambito di mercato di allenatori. È stato tutto innovativo, anche a livello di tutela di patrimonio del club. L’attuale rosa del Napoli non potrà essere toccata dal Chelsea. La volontà del Presidente è stata quella di preservare l’integrità del gruppo”.

Calciomercato Napoli, il punto su Jorginho-Chelsea

“Jorginho? Sono state due operazioni autonome, dagli accordi distinti. Il calciatore è stato però scelto da Sarri. A breve sarà ufficializzato. Non mi pare ci siano stati contatti diretti tra Sarri e De Laurentiis. Ieri al centro congressi c’è stato un bagno di folla per l’incontro con il Presidente, Insigne e Ancelotti. Atmosfera molto conviviale, progetto solido. Non avevo conosciuto Ancelotti, ha carisma. Da quanto mi risulta non ci dovrebbero essere altre trattative complesse e molto importanti, adesso posso tornare nella mia città e godermi le vacanze”.