Home Napoli News Comune, ass. Borriello: “De Laurentiis non offenda dignità tifosi Napoli”

Comune, ass. Borriello: “De Laurentiis non offenda dignità tifosi Napoli”

CONDIVIDI
De Laurentiis Napoli
Aurelio De Laurentiis ©Getty Images

L’assessore allo sport del Comune di Napoli Ciro Borriello risponde alle pesanti affermazioni di ieri del presidente De Laurentiis

Il caos San Paolo continua. I rapporti tra il Napoli e l’amministrazione del Comune partenopeo sono ai minimi termini. La causa dello scontro si deve ricercare nei ritardi nei lavori allo stadio di Fuorigrotta in vista delle Universiadi della prossima estate che renderà per molti mesi l’impianto un cantiere a cielo aperto ma soprattutto il mancato accordo sulla convenzione. Una situazione di stallo che costringerà il club azzurro ad affittare ogni partita il San Paolo ed a cedere al Comune parte degli incassi. Per questa ragione il livello del duro confronto a distanza ha raggiunto livelli davvero preoccupanti e non sembrano destinarsi a placarsi a breve. Ad alimentarli quest’oggi sono arrivate anche le dichiarazioni dell’assessore allo sport Ciro Borriello attraverso Facebook e riportate da ‘CalcioNapoli24.it’: “Non ci siamo mai permessi di criticare la gestione sportiva della principale squadra di calcio della città, anche se da tifosi potremmo dire che con questa politica societaria dovremmo accontentarci a vita al massimo di secondi posti o qualche Coppa Italia, e mai ci siamo permessi anche nei momenti di difficoltà di interrompere un faticoso rapporto tra un’azienda che fa spettacolo producendo utili milionari e l’amministrazione pubblica della città”.

Napoli, Borriello: “De Laurentiis? Esistono presidenti e cattivi presidenti”

L’assessore infine conclude: “Trovo veramente stucchevole la polemica che in queste ore sta alimentando il presidente del Calcio Napoli, se vuole investire a Bari lo faccia anche ma non offenda mai la dignità dei tifosi della città. E ribadiamo in merito alla questione biglietti, che abbiamo ritenuto, in assenza di accordi formali, rinunciare ai posti riservati esclusivamente alle autorità cittadine……….esistono presidenti e……..cattivi presidenti……..”