Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Biglietti Napoli-Sampdoria, flop nelle vendite: previsti 20mila spettatori

Biglietti Napoli-Sampdoria, flop nelle vendite: previsti 20mila spettatori

Biglietti Napoli-Sampdoria
Stadio San Paolo © Getty Images

Biglietti Napoli-Sampdoria – Non la prenderà bene Aurelio De Laurentiis: per la gara tra azzurri e blucerchiati si prevede un San Paolo semivuoto.

Non la prenderà bene Aurelio De Laurentiis: le vendite dei biglietti del San Paolo per Napoli-Sampdoria sono state un vero e proprio flop. Lo stadio di Fuorigrotta sarà semivuoto in occasione del match tra azzurri e blucerchiati. Carlo Ancelotti ed i suoi uomini dovranno scendere in campo in un’atmosfera che si prevede più fredda di quella che solitamente accompagna i match casalinghi del club. Non mancherà certo il sostegno dei tifosi partenopei, ma il calore di uno stadio che diventa una bolgia, quello, di sicuro non ci sarà. Bisognerà accontentarsi dello scenario che si presenterà: un impianto con numerosi posti a sedere a disposizione, ma che sicuramente sarà in grado di far sentire la propria voce ad ogni gol della squadra azzurra.

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

LEGGI ANCHE —> Napoli-Sampdoria, gara degli ex: Quagliarella, Gabbiadini e non solo

Biglietti Napoli-Sampdoria, le previsioni sugli spettatori

La vendita dei biglietti procede a ritmi inaspettati: nonostante i prezzi abbordabili (14 euro Curve, 25 Distinti, Tribune dai 10 ai 60 euro) le previsioni sul numero di spettatori che assisteranno al match sono piuttosto basse. Si parla di 20mila spettatori circa, per il momento. In pratica la vendita è ferma ai soli mini abbonamenti che il club ha messo a disposizione da gennaio per 9 gare (8 di campionato ed una di Europa League). Insomma, stavolta neanche il calo prezzi è riuscito a portare gente allo stadio. Il 2019 è cominciato un po’ in sordina per il San paolo, ma chissà che nel vivo della stagione l’entusiasmo non possa tornare quello di una volta.

LEGGI ANCHE —> Napoli-Sampdoria, gara d’andata deludente. Ancelotti vuole riscattarsi