Home Napoli News Napoli, Milik alla stampa polacca: “Mi sento bene, gli infortuni sono ormai...

Napoli, Milik alla stampa polacca: “Mi sento bene, gli infortuni sono ormai vecchi ricordi”

CONDIVIDI
Milik
Milik ©Getty Images

Arek Milik, attaccante polacco del Napoli, ha rilasciato nuove dichiarazioni al portale Przeglad Sportowy.

Arek Milik a tutto tondo. L’attaccante polacco del Napoli, in ritiro con la propria Nazionale, si è raccontato ai microfoni del portale Przeglad Sportowy: “Non leggo di solito le critiche dei tifosi sui social nei miei confronti. Le più cattive, però, le ho ricevute all’Europeo dove tutta la Nazionale non ha fatto bene. So che ci sono grandi aspettative su di me, ma non mi spaventa. Anzi è un motivo in più per migliorarmi e per fare sempre meglio”. Poi ha aggiunto sulla stagione in maglia azzurra: “Quest’anno con il Napoli calciamo molto verso il portiere, ma accade spesso che per questioni di pochi centimetri non riusciamo sempre a concretizzare quanto produciamo. Dobbiamo migliorare, io in primis, da questo punto di vista perché in molte circostanze si perdono punti”. Poi ha aggiunto: “L’errore contro il Liverpool? Non ho avuto nessun rimorso, è facile parlare alla TV, ma non era semplice quella situazione. Ho dovuto fare tutto di fretta, avevo una frazione di secondo per decidere. Ancelotti mi disse ‘Non pensarci, abbiamo Cagliari tra pochi giorni” e lì ho segnato al 90′”.

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

Napoli, Milik parla degli infortuni

Arek Milik, poi, ha svelato il suo momento di forma in questa parte di stagione: “Devo dire che sono nel periodo migliore dopo i due infortuni. Mi è servito molto tempo per rimettermi in forma. A novembre ho giocato 2-3 partite di fila senza avere nessun problema fisico. Questo mi ha dato molta fiducia ed ho cominciato a credere di poter recuperare quanto avevo perso prima”. Infine, l’attaccante polacco è tornato a parlare dei due infortuni degli anni scorsi che hanno bloccato il suo processo di crescita: “Non penso agli infortuni, sembrano ormai molto lontani. Tornare ad alti livelli è stato sempre un mio obiettivo, sento che il mio potenziale è ancora altro e posso crescere ancora nei gol ed in altri aspetti del mio gioco”.