Home Napoli News Statistiche Napoli, seconda sconfitta consecutiva. La squadra crea tanto

Statistiche Napoli, seconda sconfitta consecutiva. La squadra crea tanto

CONDIVIDI

Soltanto una vittoria nel mese di aprile per gli uomini di Ancelotti, poi soltanto sconfitte e un pareggio nelle ultime sei uscite stagionali. Manca cattiveria sotto porta in relazione alle occasioni da gol create

Napoli statistiche
Napoli esulta ©Getty Images

Ancora una brutta sconfitta per il Napoli. Dopo l’eliminazione ai quarti di Europa League contro l’Arsenal (2-0, 0-1) gli azzurri non sono riusciti a riscaldare i 20mila sostenitori del San Paolo, arrivati all’impianto di Fuorigrotta nonostante la pioggia battente nel giorno di Pasquetta. Aprile è un mese da dimenticare subito per gli uomini di Ancelotti: in sei partite gli azzurri hanno collezionato quattro sconfitte, un pareggio e una vittoria contro il Chievo già in Serie B. Ieri contro l’Atalanta la squadra partenopea si è fatta rimontare dopo il vantaggio di Mertens sprecando clamorose palle gol nella ripresa con Zielinski e Milik. Contro i bergamaschi, inoltre, i moderni ‘Expected goals’ hanno rivelato come il Napoli abbia avuto tante occasioni per segnare più di due gol. Tante le occasioni sprecate dai giocatori azzurri, che poi hanno subito la rimonta di Ilicic e compagni. Il problema è soprattutto mentale con poca cattiveria nel conquistare, a tutti i costi, il risultato, ma la sfida del San Paolo è stata preparata con cura in ogni dettaglio dall’allenatore emiliano. Rispetto alla scorsa stagione manca proprio l’entusiasmo e il coraggio dei calciatori del Napoli, che non sembrano essere pronti a sacrificarsi uno per l’altro.

Statistiche Napoli, la difesa è da rivedere

Il Napoli, infine, ha sempre subito almeno un gol nelle ultime dieci uscite stagionali. L’ultima vittoria senza subire reti risale allo scorso 7 marzo nel match d’andata di Europa League contro il Salisburgo (3-0). L’assenza prolungata di Raul Albiol si è fatta sentire nel corso dei mesi nonostante le buone prestazioni di Chiriches, Maksimovic e Luperto che si sono alternati al fianco dell’insostituibile Kalidou Koulibaly.