Home Calciomercato Napoli Calciomercato Napoli, Quagliarella il sogno dell’estate. Ancelotti non ha smentito

Calciomercato Napoli, Quagliarella il sogno dell’estate. Ancelotti non ha smentito

L’attaccante originario di Castellammare di Stabia, Fabio Quagliarella, potrebbe tornare a vestire la maglia del Napoli 

Quagliarella Napoli
Quagliarella ©Getty Images

Dal presidente De Laurentiis a Carlo Ancelotti: nessuno ha smentito categoricamente il possibile ritorno dell’attaccante della Sampdoria Fabio Quagliarella. Il centravanti, originario di Castellammare di Stabia, sta vivendo una seconda giovinezza in maglia blucerchiata diventando il faro della squadra di Giampaolo. In questa stagione l’ex Napoli ha collezionato ben 26 gol in 38 partite regalando anche ben otto assist vincenti ai propri compagni. La società partenopea starebbe pensando di riportare a casa l’ormai 36enne attaccante della Sampdoria, che vorrebbe rivivere il sogno di vestire la casacca della sua squadra del cuore dopo l’addio improvviso dopo appena una stagione a causa di problemi extra-calcistici. Nel post-partita di Bologna-Napoli, ultima di campionato, lo stesso allenatore emiliano ha svelato: “Quagliarella? Nella vita tutto è possibile”, lasciando così uno spiraglio aperto per il ritorno di Quagliagol.

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

Calciomercato Napoli, De Laurentiis apre le porte a Quagliarella

Infine, anche il presidente De Laurentiis ha svelato nei giorni scorsi ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli una possibilità del ritorno del centravanti stabiese: “Il campionato della Samp ha più valore per lui che per il club stesso, senza togliere nulla all’amico Ferrero. Quagliarella ha un posto d’onore che si merita. Da capire con l’allenatore poi perché è lui quello che ha voce in capitolo ed è quello che ha la responsabilità della rosa. Per questo amo i tecnici che si prendono la responsabilità anche di suggerire e di suggestioni. Dipende solo da Quagliarella che, per l’età che ha, sarebbe felice di fare qualche partita e non tutte”. Nelle prossime settimane la situazione sarà più chiara.