Home Rubriche Mercato terzini, da Trippier a Castagne: non c’è solo Di Lorenzo

Mercato terzini, da Trippier a Castagne: non c’è solo Di Lorenzo

CONDIVIDI

Il Napoli lavora sul mercato terzini e non si ferma certo a Di Lorenzo. Da Trippier a Castagne, potrebbero saltare tre esterni su quattro

mercato terzini Napoli Hysaj Ghoulam Mario Rui Malcuit
I terzini del Napoli (foto Getty Images)

Il Napoli sfascia le fasce, ma non prima di averle ricostruite daccapo. Inizia con il botto Di Lorenzo la campagna estiva di rafforzamento per la prossima stagione. Un acquisto atteso, studiato per mesi e poi piazzato non appena concluso il campionato. Soprattutto un acquisto necessario, per dare il via a quella che sul mercato dei terzini sarà una vera rivoluzione. Due su quattro, forse addirittura 3 su 4, se andasse via anche Malcuit. Hysaj e Mario Rui hanno già la valigia pronta, come ha spiegato anche il loro agente Mario Giuffredi, ma potrebbe non finire qui.

Di Lorenzo prenderà il posto di Hysaj in rosa, ma Ancelotti aveva nel mirino altri profili, fra cui ovviamente il suo preferito, l’inglese Kieran Trippier. La sensazione è che potrebbe arrivare anche lui, o chi per lui, e in quel caso a fargli posto potrebbe essere Kevin Malcuit, che quest’anno ha convinto sì, ma un po’ ad intermittenza.

Mercato terzini, il Napoli “svolta” anche a sinistra: Hernandez o Castagne?

Nel tourbillon di terzini del Napoli di questa estate servirà poi un esterno a sinistra, che faccia da ricambio ad un Ghoulam motivatissimo, che ha addirittura mollato la Coppa d’Africa pur di esserci fin dal primo giorno di Dimaro. Al posto di Mario Rui al momento la corsa sembra a due. Favorito Castagne dell’Atalanta, che però preferisce di più la fascia destra, ma attenzione ad altri giovani talenti. Resta sempre nel mirino anche Theo Hernandez, del Real Madrid, sebbene il suo agente Quilon abbia frenato parecchio, spiegando che non c’è ancora stato alcun contratto fra il Napoli e le merengues. Giovanissimo, classe ’97, la pazienza di aspettare e il valore, in prospettiva, per puntare al posto da titolare.