Home Le Rubriche di napolicalciolive.com Sarri Juventus, annuncio nelle prossime 48 ore: ormai ci siamo

Sarri Juventus, annuncio nelle prossime 48 ore: ormai ci siamo

Poche ore, poi Maurizio Sarri sarà annunciato come nuovo allenatore della Juventus. Benitez ad un passo dal ritorno al Chelsea

Sarri Juve
Maurizio Sarri ©Getty Images

La Juventus non vuole perdere più tempo. La società bianconera vorrebbe annunciare nelle prossime ore il nuovo allenatore per il post Massimiliano Allegri. Il Chelsea, prima di liberare Maurizio Sarri, sta vagliando nuovi profili per avere in pugno il suo successore. Tra questi anche l’ex allenatore del Napoli, Rafa Benitez, aperto ad un suo possibile ritorno sulla panchina dei “Blues”. Nelle prossime 48 ore, di conseguenza, potrebbe così arrivare l’ufficialità di Sarri alla Juventus, pronta a dare un dispiacere ai milioni di tifosi azzurri da sempre molto legati al “Comandante”. In Inghilterra danno vicinissimo l’incontro tra i “Blues” e il manager spagnolo, pronto a ricoprire nuovamente la guida tecnica del club di Abramovich. Poche ore, poi Maurizio Sarri sarà liberato dal Chelsea: l’annuncio dovrebbe arrivare non oltre venerdì.

Per essere sempre aggiornato sul Napoli CLICCA QUI

Sarri Juventus, per lui non sarà tradimento

In una lunga intervista rilasciata ai microfoni di Vanity Fair lo stesso Maurizio Sarri ha svelato: “Alla mia età faccio solo scelte professionali. Non potrò allenare altri venti anni. I tifosi del Napoli conoscono l’amore che provo per loro, ho scelto l’estero l’anno scorso per non andare in una squadra italiana. La professione può portare ad altri percorsi, ma non cambierà il rapporto. Fedeltà è dare il 110% nel momento in cui ci sei. Che vuol dire essere fedele? E se un giorno la società ti manda via? Che fai: resti fedele ad una moglie da cui hai divorziato?”. E così nelle prossime ore potrebbe arrivare l’annuncio ufficiale alla Juventus. La scelta della dirigenza bianconera è stata orientata verso un cambiamento radicale di idee di gioco puntando ad un tecnico che predilige un calcio totale rispetto al pragmatismo di Massimiliano Allegri.