Home Rubriche Cessione Verdi e Hysaj, il punto delle uscite in casa Napoli

Cessione Verdi e Hysaj, il punto delle uscite in casa Napoli

Calciomercato Napoli, il club di Aurelio De Laurentiis lavora sulla cessione di Verdi e Hysaj. E l’indizio più importante arriva da Carlo Ancelotti

cessione Verdi Hysaj terzino Napoli
Elseid Hysaj (Getty Images)

Il Napoli continua a lavorare sul mercato in uscita: dopo gli addii di Diawara, Albiol, Rog, Vinicius e Inglese gli azzurri si apprestano a salutare altri due calciatori. Come riportato dall’edizione odierna de “La Repubblica”, il Napoli lavora sulle cessioni di Verdi e Hysaj, che Carlo Ancelotti ha deciso di non convocare per la tournée americana. La formazione azzurra sfiderà il Barcellona in un doppio confronto in America. Aurelio De Laurentiis spera di ricevere offerte adeguate per riutilizzare i soldi e chiudere un paio di acquisti interessanti. Il club campano, infatti, ha ancora nel mirino giocatori dal calibro di James Rodriguez e Mauro Icardi.

Leggi anche — > Hysaj, l’agente sbotta. Chi c’è dietro?

Cessione Verdi e Hysaj, il punto in casa Napoli

Passi avanti nelle trattative per la cessione di Verdi e Hysaj. Simone Verdi pare destinato al Torino. Il club di Urbano Cairo, nelle ultime settimane, ha intavolato una lunga trattativa per assicurarsi le prestazioni dell’ex fantasista del Bologna. Il ventisettenne non ha brillato nella passata stagione e, complici diversi infortuni, è stato costretto a diversi stop forzati e non è mai stato realmente in forma. Stando agli ultimi rumors, il Toro ha offerto 20 milioni più bonus mentre gli azzurri vogliono 25 milioni. La distanza non è abissale e i due club possono trovare l’intesa nelle prossime ore per circa 22 milioni più i bonus. Hysaj, invece, aspetta la Juventus: i bianconeri dovrebbero piazzare Cancelo e poi regalare il terzino del Napoli a Maurizio Sarri, anche se nell’ambito della trattativa per il terzino portoghese al City potrebbe rientrare anche Danilo. Sulle tracce del laterale albanese c’è da registrare anche l’interesse della Roma.