Home Rubriche Il Liverpool non è soltanto Salah, Mané e Firmino: occhio a due...

Il Liverpool non è soltanto Salah, Mané e Firmino: occhio a due calciatori

Liverpool, il tridente Salah, Mané e Firmino è soltanto (si fa per dire) la punta dell’iceberg: occhio a due calciatori, sulle fasce

Liverpool formazione
Liverpool (Getty Images)

Due finali di Champions League, un secondo posto da 97 punti ed una Supercoppa Europea. Il Liverpool è tra le migliori formazioni al mondo, non è certamente un mistero. I ragazzi di Klopp sono ancora una volta tra i favoriti per la vittoria finale della competizione, stavolta da campioni in carica. E ancora una volta, sono capitati nel girone del Napoli, con la buona pace di Carlo Ancelotti, che quando vede i Reds, sente le proprie emozioni fare su e giù, tra le montagne russe dei ricordi. L’atto secondo del doppio confronto tra Napoli Liverpool ripartirà anche quest’anno dal San Paolo, E in campo rivedrà i soliti protagonisti in campo, soprattutto tra le fila degli inglesi, che dopo un mercato risicato, ha trattenuto tutti i pezzi forti dell’ultime due stagioni.

Liverpool, non solo Salah, Mané e Firmino: occhio a due calciatori

Così, i soliti noti Salah-Mané-Firmino sono i pericoli numero uno, due e tre di questo Liverpool. Ancelotti questo lo sa, come sa benissimo che limitare le proprie attenzioni ai quei tre lì davanti è estremamente riduttivo. La forza degli uomini di Klopp sta nel collettivo (oltre che nella qualità eccelsa dei singoli), nell’intensità del proprio ritmo di gioco. In modo particolare, il Liverpool rischia di essere devastante nelle transizioni offensive. Transizioni brevi che giocano sempre con grande velocità, sfruttando i meccanismi di recupero alto del pallone e la rapidità dei propri interpreti. Il Napoli dovrà stare attento soprattutto a due calciatori: Robertson Alexander-Arnold. I due terzini sono tra i primi motori offensivi della formazione di Klopp, risultando completi sia nello stringere il campo, che nell’allargarlo. Due elementi che Ancelotti dovrà limitare in pieno, se vorrà limitare anche il potenziale offensivo dei Reds.