Home Rubriche Mario Rui, tra i mille dubbi è lui una delle certezze

Mario Rui, tra i mille dubbi è lui una delle certezze

Aspramente criticato in passato, uno dei cardini della difesa nel presente. Mario Rui è diventato un simbolo: la situazione infortunio e il futuro

Aspramente criticato in passato, uno dei cardini della difesa nel presente. Mario Rui è l’emblema di un Napoli che cerca la propria identità. L’esterno difensivo sembrava essere uscito dai piani della società alla fine della passata stagione, ma nonostante le offerte pervenute ha deciso di restare alla corte di Carlo Ancelotti. Una scelta premiata fino ad oggi con le quattro presenze in campionato ed una in Champions League. Numeri alla mano è uno dei giocatori maggiormente utilizzati dal club, tanto che nella passata stagione il terzino portoghese è sceso in campo 31 volte tra Serie A, Champions League, Europa League e Coppa Italia. Dati che attestano la grande fiducia che ha il tecnico ex Bayern Monaco nei suoi confronti. Inoltre, vista la concorrenza sulla fascia, il suo costante impiego permette lo consacra anche come uno dei “fedelissimi”.

Mario Rui, infortunio alle spalle ed un futuro tutto da scrivere

Mario - Rui - Napoli - Getty - Images
Mario Rui in azione con la maglia del Napoli (Getty Images)

L’esterno difensivo si è fermato durante la sfida con il Genk a causa di un risentimento muscolare. Ciò non gli ha impedito di essere convocato in Nazionale, nonostante nel match di questa sera il commissario tecnico ha deciso di lasciarlo fuori. Una scelta dovuta anche alla necessità di Mario Rui di recuperare completamente dall’infortunio. La carriera del portoghese ha vissuto un andamento molto oscillante, con stagioni esaltanti (Empoli docet) e qualche uscita a vuoto, come nel caso della deludente esperienza a Roma.

Dall’arrivo a Napoli il portoghese ha però pian piano conquistato tifosi e addetti ai lavori. Molte le prestazioni da ricordare, e tra le ultime non si può menzionare quella con il Liverpool al San paolo durante il primo turno della Champions League. Una prestazione mostruosa, condita da alcuni salvataggi determinanti. Ora l’ultimo acciacco non ha fermato Mario Rui, anzi, sta tornando in forma per essere pronto ad affrontare la nuova fase della stagione napoletana. L’obiettivo è naturalmente quello di mettersi a servizio della squadra per raggiungere la qualificazione agli ottavi della Champions e riconquistare le posizioni di vertice in campionato.