Il Pocho Lavezzi si ritira: l’annuncio strappalacrime sui social

0
105

Una notizia che farà dispiacere tanti tifosi del Napoli rimasti affezionati ad Ezequiel Lavezzi: il ritiro del Pocho, annunciato sui social

Lavezzi Pocho ritiro
Lavezzi (Getty Images)

Ezequiel Lavezzi si ritira. L’annuncio-bomba lo ha dato lui stesso con un bel messaggio su Facebook, ufficializzando una decisione in realtà già presa da un po’. Ed è la fine di un’epoca, anche per i tifosi del Napoli più giovani, che probabilmente con lui si sono innamorati della loro squadra del cuore. Le sue indimenticabili progressioni palla al piede hanno entusiasmato grandi e piccini e gli sono valsi la fama e il trasferimento al Paris Saint Germain, quando la squadra francese non era ancora la macchina schiacciasassi che è diventata oggi ma stava sicuramente per diventarlo. Lavezzi ha salutato i tifosi dell’Hebei Fortune, la squadra dove era andato a svernare in Cina, che a loro volta lo avevano salutato con uno striscione al termine dell’ultima partita: “Le leggende non muoiono mai, non saranno mai dimenticate”.
Poi lo stesso Pocho ha scritto un bel messaggio sul suo profilo privato Facebook: “​Questa sarà la mia ultima partita da calciatore professionista. Sono stato molto felice all’interno del campo, me ne vado sentendomi utile! Grazie a tutti per tanto affetto”. Per ora nulla sull’account Instagram ufficiale di Lavezzi, ma ci si attende poi un annuncio a tutti gli effetti il prima possibile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli-Cagliari, da Lavezzi a Milik: i precedenti

Il ritiro del Pocho Lavezzi: 5 anni d’amore col Napoli

Ezequiel Pocho Lavezzi ritiro
Ezequiel Lavezzi (Getty Images)

Una brutta notizia, che ci fa sentire tutti un po’ più vecchi. Il ritiro del Pocho Lavezzi non può che farci tornare alla mente quei 5 anni bellissimi nei quali ha vestito la maglia azzurra. Acquistato per 6 milioni dal San Lorenzo, Lavezzi ha disputato in azzurro 156 presenze con 38 reti segnate. Ma soprattutto è stato un simbolo di rivalsa, della Napoli che ce la stava finalmente facendo, della Napoli che si stava togliendo qualche schiaffo dal viso e stava iniziando a togliersi delle belle soddisfazioni. Poi quella squadra è cresciuta e ora, probabilmente, “quel” Lavezzi in questo Napoli farebbe panchina a oltranza. Ma questo sembra non ricordarlo più nessuno, così come nessuno sembra ricordare da dove è partita questa squadra. Con Ezequiel Lavezzi, con Marek Hamsik, Gianluca Grava e tanti altri eroi. Sembrano averlo dimenticato i tifosi ma in realtà, negli ultimi tempi, sembra averlo dimenticato anche la dirigenza.

Chiara Burriello