Liverpool – Napoli, De Laurentiis su Twitter: “testa bassa e lavorare”

0
29

Dopo il pareggio per 1 – 1 nel match di Champions League ad Anfield contro il Liverpool, arrivano le parole del patron del Napoli De Laurentiis

Prestazione quadrata del Napoli in casa del Liverpool, con gli azzurri che si sono assicurati un preziosissimo punto in ottica qualificazione, con il discorso ottavi più aperto che mai: su Twitter, il presidente Aurelio De Laurentiis rompe il silenzio e lancia un segnale importante per il futuro.

“Con Ancelotti e con questa squadra – scrive il patron – due vittorie e un pareggio contro un Liverpool stracampione. Contro chi gufa addossando il non rendimento a rinnovi non effettuati, questa partita è la risposta definitiva. Bravo l’allenatore e bravi i nostri calciatori”.

In questi giorni sono stati in tanti, infatti, a pensare che le brutte prestazioni della squadra fossero riconducibili a questioni contrattuali. Nel suo tweet, ADL risponde anche a loro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli, Insigne su Instagram: “Bravi ragazzi! Grande personalità”

“Adesso tutti a testa bassa a lavorare duro”: De Laurentiis, dopo Liverpool – Napoli, indica la direzione da seguire

de laurentiis liverpool napoli
Esultanza Napoli contro Liverpool (GettyImages)

Un messaggio distensivo, forse un’apertura alla squadra in tempo di ammutinamenti: i tweet del presidente De Laurentiis hanno sin dai primi minuti ricevuto l’apprezzamento di molti tifosi azzurri.

E proprio i tifosi, dopo stasera, saranno un pizzico più tranquilli. I supporter infatti possono contare sulla prestazione convincente della squadra rinata con le indicazioni del mister contro i ‘mostri rossi’, i Reds, e sulla comunicazione positiva e costruttiva del patron.

“Adesso tutti a testa bassa a lavorare duro – afferma ADL nel secondo twett – e a considerare le prossime partite come se tutte fossero contro il Liverpool. Non dobbiamo oggi parlare di misure societarie con i giocatori. Queste vicende le risolveremo tra noi senza pressioni o condizionamenti esterni”.

Impegno, concentrazione e lotta sul campo nelle prossime partite, come fossero finali. Questo è ciò che si augura e si aspetta De Laurentiis, che intanto mette da parta anche la questione dei provvedimenti e delle multe per quanto avvenuto dopo Salisburgo.

La chiosa sembra intendere che i panni sporchi si lavano in famiglia. La sensazione è che, dopo tutto questo parlare di misure, litigi e malcontenti, fino ad arrivare alle ipotesi più azzardate di scarso impegno in campo per problemi di spogliatoio, ciò che serva agli azzurri sia mettere da parte le chiacchiere e guardare solo il terreno di gioco.

Ed è proprio ciò che serve al Napoli in questo periodo: sono in tanti a chiedersi se la pace con il presidente potrebbe salvare la stagione.

Che il pensiero presidenziale, unito alla prestazione ad Anfield, siano finalmente il segnale per la svolta di questa stagione?