Home Rubriche Crisi Napoli, non è un problema tattico: le soluzioni di Ancelotti

Crisi Napoli, non è un problema tattico: le soluzioni di Ancelotti

Crisi Napoli – Il rapporto tra i calciatori azzurri e Carlo Ancelotti sembra ormai essere deteriorato, ma non è un problema di natura tattica.

Crisi Napoli
Napoli (Getty Images)

A partire da domenica, mercoledì 4 dicembre, il Napoli cercherà di ricompattarsi con il ritiro annunciato da Carlo Ancelotti. L’allenatore della compagine partenopea ha cambiato completamente idea rispetto alla decisione forzata, ma ora c’è bisogno di ritrovare serenità e soprattutto una vittoria che manca ormai da troppo tempo in casa azzurra. Non è solamente un problema di natura tattica, ma sembra essersi persa la felicità e la convinzione di far bene sotto la gestione del tecnico di Reggiolo. Non c’è più quella freschezza, in grado di fare la differenza durante le sfide del Napoli. I calciatori azzurri sembrano ormai fornire tanti alibi, a partire dagli allenamenti come rilanciato dalle ultime indiscrezioni. La situazione è diventata pesante e paradossale dopo gli anni di gioco spettacolare: ora soltanto un allenatore dall’esperienza smisurata, come Carlo Ancelotti, potrebbe salvare apparentemente le dinamiche.

Crisi Napoli, futuro in bilico per Ancelotti

Lo stesso allenatore emiliano non è più sicuro del posto. Tutto si deciderà dopo la sfida di Champions League contro il Genk: il passaggio agli ottavi è davvero ad un passo. Ma potrebbe succedere sempre l’inaspettato visti gli ultimi tempi non troppo esaltanti in casa azzurra. Il futuro di Ancelotti sembra ormai appeso ad un sottilissimo filo. In caso di nuovi risultati negativi e della mancata qualificazione al turno successivo della massima competizione europea, il presidente De Laurentiis potrebbe optare per la decisione più dura, ma scontata. Il mese di dicembre sarà così fondamentale per riportare serenità prima della sosta natalizia. Il tutto passerà dai risultati da portare a casa in maniera efficace e non spettacolare. Servono gol e tanta fiducia per risalire velocemente in classifica per non sprofondare totalmente dicendo così subito addio agli obiettivi stagionali.