Home Rubriche Gattuso Napoli, dalle parole di Meret le prime differenze con Ancelotti

Gattuso Napoli, dalle parole di Meret le prime differenze con Ancelotti

CONDIVIDI

A margine della presentazione del Calendario Napoli 2020 lo stesso portiere azzurro, Alex Meret, è tornato a parlare di un concetto caro a Gattuso

Meret Napoli
Meret (Getty Images)

Da pochi giorni il Napoli ha cambiato pelle. Dal passaggio da Ancelotti a Gattuso si è modificato il modo d’intendere calcio. Da un allenatore più pacato e tranquillo al suo allievo che, durante la sua carriera da calciatore e non solo, è passato alla storia per la sua grande grinta che lo ha sempre contraddistinto. Ed è proprio su questo concetto su cui lo stesso portiere del Napoli, Alex Meret, si è soffermato a margine della presentazione del Calendario Napoli 2020: “La cosa che mi ha colpito è la sua carica, voglia e grinta che ha messo in campo, la grande intensità con cui ci ha fatto lavorare in questi giorni”. Sì, quell’intensità che è mancata da troppe settimane in casa Napoli con pochi cambi di marcia durante i novanta minuti. Ora contro il Parma ci potrebbe essere maggiore tranquillità da parte dei calciatori azzurri, che avevano perso quella spensieratezza in grado di fare la differenza sul terreno di gioco. Il Napoli era apparso involuto e mentalmente vuoto nelle ultime uscite stagionali come se stessero aspettando l’addio di Ancelotti. Con Gattuso bisogna marciare dritto senza mollare di un centimetro. Ma lo stesso allenatore calabrese non è solo il classico condottiero che impone regole ferree, ma è molto capace dal punto di vista tattico con uno staff all’avanguardia.

Gattuso Napoli, non basta solo la grinta

La voglia di riscatto in casa Napoli è tanta dopo un prima parte stagionale deludente, ma la sola grinta ora non basta. Vanno posizionati i giocatori nei giusti ruoli per mettere a proprio agio Insigne e compagni. Lo stesso capitano azzurro sarà felice di ricoprire una posizione a lui molto più congeniale rispetto a quella occupata con il tecnico di Reggiolo. Per la prossima sfida contro il Parma il San Paolo si sta riempiendo sempre più con i tifosi pronti a tornare a sostenere come non mai la loro squadra del cuore. Un cambio di rotta voluto a tutti i costi per salvarsi da un naufragio già annunciato.