Calciomercato Napoli, pronto alla cessione: l’allenatore svela tutto

0
131

Da uno dei migliori al mondo nel suo ruolo a seconda scelta: ora si pensa anche alla cessione del giocatore del Napoli

Ghoulam Napoli
Ghoulam (Getty Images)

Nel calcio tutto cambia velocemente. Dopo il doppio infortunio il terzino algerino del Napoli, Faouzi Ghoulam, non è tornato più quello di prima. Finora ha collezionato soltanto 300 minuti in stagione e a gennaio si starebbe così pensando anche ad un possibile cessione. La società partenopea starebbe così al lavoro per regalare un terzino sinistro di prima fascia: il profilo che piace a Gattuso è quello di Ricardo Rodriguez, laterale svizzero del Milan che ha già lavorato con l’allenatore calabrese. L’algerino è stato accostato con insistenza nelle ultime al Marsiglia con lo stesso allenatore portoghese del club francese, André Villas-Boas, che ha svelato a Le Buteur: “Su di lui abbiamo chiesto informazioni ma la trattativa non è proseguita”.

Calciomercato Napoli, Ghoulam sempre più margini

Ghoulam Napoli
Ghoulam (Getty Images)

A partire da gennaio lo stesso giocatore azzurro cercherà di risolvere questa situazione non assolutamente conveniente. Come svelato da La Gazzetta dello Sport l’algerino si trova ai margini della squadra fin dall’inizio della stagione accusando sempre diversi problemi fisici, come testimoniano i report quotidiani della società partenopea sugli allenamenti. La situazione attuale non soddisfa nessuno, in particolar modo Ghoulam, voglioso di riscatto dopo diverse stagioni dov’era considerato uno dei migliori terzini al mondo. Maledetti infortuni, che lo hanno costretto a tanti mesi fuori dal terreno di gioco perdendo smalto ed intensità, la sua qualità migliore sul versante mancino. Il suo profilo, infine, è stato messo nel mirino dall’Inter, visto che piace ad Antonio Conte che lo voleva già acquistare ai tempi del Chelsea. Ancora pochi giorni, poi inizierà ufficialmente la sessione invernale di calciomercato e si capiranno al meglio le strategie delle big d’Italia.