Home Calciomercato Napoli Calciomercato Napoli, futuro Ghoulam: c’è un ostacolo

Calciomercato Napoli, futuro Ghoulam: c’è un ostacolo

CONDIVIDI

Il futuro di Faouzi Ghoulam è ancora tutto da decifrare ad una manciata di giorni dalla fine del mercato invernale. L’algerino è bloccato dall’alto ingaggio. ll Napoli pensa al piano B. 

Il Napoli ha praticamente concluso il suo calciomercato invernale in entrata con l’ultimo colpo che dovrebbe riguardare, a meno di ribaltoni, Matteo Politano. L’esterno dell’Inter è infatti atteso domani mattina a Villa Stuart per le visite mediche, dopo averle già svolte per la Roma, e poi è prevista la firma nella sede di Filmauro sul contratto che lo dovrebbe legare al club di Aurelio De Laurentiis. Una volta chiuso l’ultimo tassello, gli azzurri non dovrebbero concludere altre operazioni, a meno di occasioni particolari soprattutto sulla corsia di sinistra dove tutto è legato al futuro di Ghoulam. L’eventuale ingresso di un nuovo innesto in quella zona di campo dipende infatti in via del tutto esclusiva dalle prossime decisione sul mancino algerino.

LEGGI ANCHE >>> Napoli-Juventus, UFFICIALE: cambio tra i convocati

Calciomercato Napoli, Ghoulam bloccato dall’ingaggio: futuro in bilico

Ghoulam Napoli
Ghoulam (Getty Images)

Nonostante manchino ormai pochi giorni alla chiusura del mercato, in casa Napoli va ancora risolta la grana Ghoulam. Secondo quanto sottolineato dal ‘Corriere dello Sport’ qualora l’ex Saint Etienne dovesse lasciare prossimamente la Campania, il club partenopeo andrebbe forte su Tsimikas dell’Olympiacos per occupare il buco sulla corsia.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, summit rinviato ma c’è ottimismo per il rinnovo

Il Napoli ha infatti già parlato con Jorge Mendes, procuratore di Ghoulam, provando a spiegare che sarebbe preferibile ricominciare altrove anche se in tal senso il pesante ingaggio da top player del numero 31 di Gattuso resta l’ostacolo più grande da sormontare. Tale stipendio l’algerino se lo è guadagnato grazie alle grandissime prestazioni precedenti all’infortunio, quando era uno dei migliori terzini sinistri del mondo. I tanti problemi fisici hanno però ribaltato il mondo dell’esterno azzurro.