Home Napoli News Serie A fermata dal coronavirus: solo il Napoli prosegue gli allenamenti

Serie A fermata dal coronavirus: solo il Napoli prosegue gli allenamenti

CONDIVIDI

Il Napoli è l’unica squadra di Serie A che prosegue gli allenamenti nonostante l’emergenza coronavirus. Si attende la decisione dell’UEFA.

Dopo lo stop al  campionato causa coronavirus e i primi due casi di contagio tra i calciatori quasi tutte le squadre di Serie A hanno deciso di sospendere anche gli allenamenti almeno per una settimana. Quasi tutte tranne il Napoli, che aspetta ancora di sapere dall’UEFA se si giocherà regolarmente il ritorno degli ottavi di Champions League programmato a Barcellona mercoledì prossimo.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Coronavirus, comunicato della Lega: stop allenamenti?

Allenamenti sospesi per coronavirus: il Torino l’ultimo a fermarsi

Hysaj Napoli Torino
Scene da Torino-Napoli (Getty Images)

L’ultima società a fermarsi è stata il Torino che, dopo il caso di positività al coronavirus di Rugani, ha preferito cancellare le sedute previste questa settimana. Juventus e Inter invece, così come Sampdoria e Verona per il caso Gabbiadini, sono attualmente in isolamento e dunque non potranno riprendere gli allenamenti almeno per quattordici giorni. Pure la Roma dopo il rinvio della gara di Europa League che si sarebbe dovuta giocare giovedì sera a Siviglia ha deciso di fermarsi fino a domenica 15 marzo. Nella stessa data dovrebbe riprendere gli allenamenti anche la SPAL, mentre molte squadre ripartiranno solo lunedì prossimo (Atalanta, Lazio, Lecce, Milan e Udinese). Stop più lungo per Bologna (ripresa il 19 marzo), Brescia e Parma (18 marzo). Devono ancora fissare la data esatta della ripresa invece Fiorentina, Genoa e Sassuolo.

Il programma del Napoli: solo un giorno di pausa

Gattuso in campo
La grinta di Gattuso (Getty Images)

Come detto l’unica squadra di Serie A che prosegue gli allenamenti quindi è il Napoli. Ad oggi d’altronde l’UEFA non ha ancora ufficializzato il probabile rinvio della gara di Barcellona. Scelta questa che peraltro potrebbe essere comunicata solo alla vigilia ossia martedì 17 marzo, quando l’UEFA ha convocato una riunione decisiva per il futuro di Europa League, Champions League ed Euro 2020. Gattuso però almeno fino ad allora non può fermarsi e ha programmato una seduta ogni mattina con l’unica eccezione di venerdì 13 marzo, quando la squadra potrà finalmente usufruire di un giorno di riposo.