Home Napoli News Allenamento Napoli, ufficiale il rinvio: l’annuncio del club azzurro

Allenamento Napoli, ufficiale il rinvio: l’annuncio del club azzurro

CONDIVIDI

L’allenamento del Napoli in programma il 25 marzo è stato ufficialmente rimandato a data da destinarsi. Resta il rebus sulla ripresa del campionato

Mertens Sampdoria Napoli
Mertens in gol contro la Sampdoria (Getty Images)

Nonostante le intenzioni di Napoli e Lazio fossero quelle di riprendere subito gli allenamenti il 25 marzo, in contrasto a tutte le altre squadre che hanno desistito a causa dell’emergenza Coronavirus, alla fine anche la società azzurra è tornata sui propri passi, ed ha optato per la sospensione dell’attività sportiva fino a data da destinarsi. Ecco l’annuncio pubblicato sull’account ufficiale Twitter del club:  “La SSC Napoli comunica che l’attività sportiva è sospesa fino a data da destinarsi. La data di ripresa delle sedute di allenamento verrà stabilità in relazione all’evoluzione dell’emergenza sanitaria in materia di diffusione del Covid 19.”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – Chi è Robin Koch: il possibile erede di Koulibaly al Napoli

Allenamento Napoli, Carnevali si schiera contro De Laurentiis e Lotito

caos Calcio De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis parla con Carnevali (Getty Images)

Prima ancora che il Napoli annunciasse la sospensione dell’allenamento del prossimo 25 marzo, l’amministratore delegato del Sassuolo Gianluca Carnevali ha attaccato i due presidenti di Napoli e Lazio Aurelio De Laurentiis e Claudio Lotito per aver anticipato gli allenamenti delle due squadre: “Bisogna esserci regolarità su quando ripartire, sarebbe giusto che tutte le squadre ricominciassero insieme ad allenarsi. Non è giusto che alcune squadre ripartano prima di altre – ha proseguito l’ad neroverde – perchè non tutte le squadre attualmente possono farlo, ci vuole lealtà sportiva.

Sul prosieguo del campionato: “Non è facile tenere un’assemblea con 20 presidenti, perchè ognuno ha la propria idea personale, e questo rende molto difficile il lavoro. Personalmente mi piacerebbe che il campionato proseguisse anche oltre giugno, ma ad oggi è impossibile programmare il futuro. Dobbiamo pensare alle varie soluzioni tenendo conto anche dei tempi. Sarebbe bello riuscire a chiudere questo benedetto campionato”.