Home Rubriche Meteore – Navarro al Napoli: papere e bravate

Meteore – Navarro al Napoli: papere e bravate

CONDIVIDI

Meteore al Napoli – Il primo portiere straniero, la maglia da titolare per caso, una super prestazione col Milan, papere e bravate: la storia di Navarro.

Il nome di Nicolas Navarro resterà per sempre nella storia come quello del primo portiere straniero a indossare la maglia del Napoli ma la sua esperienza in azzurro è stata tutt’altro che indimenticabile.  Arrivato sul gong della sessione di calciomercato invernale del 2008, diventerà titolare quasi per caso ma la sua stella brillerà (si fa per dire) al ‘San Paolo’ solo per 18 mesi tra papere e bravate notturne prima del mesto ritorno in Argentina.

Navarro al Napoli: la grande illusione

 


Il Napoli è tornato in Serie A da pochi mesi e sulla carta Navarro sarebbe il terzo portiere alle spalle di Iezzo e Gianello. Il tutto dopo aver giocato un solo campionato da titolare con l’Argentinos Juniors. Per l’esordio in Serie A quindi bisognerà aspettare maggio 2008 a Torino, sconfitta contro i granata 2-1. Navarro però non demerita tanto che gioca da titolare anche le ultime due di quel campionato contro Milan e Lazio. Peraltro proprio nella gara vinta al ‘San Paolo’ contro i rossoneri, allora allenati dal futuro tecnico azzurro Ancelotti, Navarro giocherà la migliore partita della sua breve esperienza in Italia e qualcuno si chiede: se il Napoli avesse davvero pescato il portiere del futuro?

Papere e uscite a vuoto: la luna di miele è finita

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Con los pibe !!!!

Un post condiviso da Nicolas navarro (@niconavarro85) in data:


Dopo aver vinto l’oro olimpico con l’Argentina senza mai scendere in campo, Navarro torna a Napoli da titolare a causa dei continui problemi fisici di Iezzo e Gianello. La luna di miele con l’ambiente però finisce presto tra papere clamorose quelle contro Bologna e Sampdoria e qualche uscita a vuoto di troppo fuori dal campo. L’argentino infatti viene spesso pizzicato in giro per locali col connazionale Lavezzi ed è protagonista di un video in cui gira senza casco sul motorino in Piazza del Plebiscito proprio insieme al Pocho. La stagione del Napoli, sul campo, si conclude con l’esonero di Reja che viene sostituito da Donadoni ed il peggior piazzamento dell’era De Laurentiis: dodicesimo posto con 46 punti.

Navarro nell’estate 2009 viene quindi rispedito in Argentina, al River Plate, in prestito gratuito ma collezionerà appena 4 presenze in campionato. Un anno dopo rientra al Napoli con cui rescinde consensualmente il contratto per tornare all‘Argentinos Juniors. Il portiere tenterà una nuova avventura in Europa, nelle file del Kayserispor, prima di tornare definitivamente in patria ta Tigre, Gimnasia La Plata e San Lorenzo dove ancora oggi che ha già compiuto 35 anni milita senza troppa gloria.