Home Calciomercato Napoli Rinnovo Mertens ancora in alto mare: c’è un motivo

Rinnovo Mertens ancora in alto mare: c’è un motivo

CONDIVIDI

Dries Mertens non ha ancora firmato il rinnovo del contratto in scadenza a giugno: il Napoli ha fretta, il belga ha qualche dubbio.

Rinnovo Mertens Napoli
Mertens Napoli (Getty Images)

Il tempo stringe e il Napoli lo sa benissimo: il 30 giugno scadrà il contratto di Dries Mertens e, ad oggi, il rinnovo rappresenta ancora un’opzione di difficile concretizzazione. Sembrava tutto fatto con il presunto accordo trovato tra il belga e il presidente Aurelio De Laurentiis nel famoso incontro dell’1 marzo, ma il forte interesse dell’Inter e delle big di Premier League ha raffreddato gli entusiasmi di chi credeva ad un imminente annuncio sulla fumata bianca.

Ad alimentare questo clima di assoluta incertezza ci sarebbe, secondo quanto riferito da ‘La Gazzetta dello Sport’, anche qualche perplessità di troppo dello stesso Mertens che, prima di porre la firma sul rinnovo, vorrebbe avere delucidazioni sulle ambizioni del Napoli e sull’effettiva volontà di costruire una squadra che possa ambire a grandi traguardi come la vittoria dello Scudetto, solamente sfiorato negli ultimi anni al cospetto di una Juventus praticamente perfetta.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> De Laurentiis vince l’asta benefica: “La maglia di Mertens resta a Napoli”

Mertens frena sul rinnovo: ma il Napoli non vuole perdere altro tempo

Rinnovo Mertens Napoli
Mertens Napoli Getty Images)

Se da una parte c’è l’interesse a ottenere rassicurazioni di natura tecnica, dall’altra vige la volontà di chiudere al più presto una faccenda che rischia di andare per le lunghe, a prescindere dall’eventuale proroga della scadenza dei contratti che potrebbe rendersi necessaria per consentire ai club e ai giocatori di completare la stagione 2019/2020. Il Napoli ha fretta di conoscere le intenzioni di Mertens per poter programmare al meglio il mercato estivo, legato a doppio filo alla trattativa per il rinnovo del belga: in caso di addio, infatti, Giuntoli sarebbe costretto a tornare sul mercato per trovare un sostituto valido che non faccia rimpiangere il miglior marcatore della storia azzurra insieme a Marek Hamsik.