Home Napoli News Napoli, rischio rinvio allenamenti di gruppo: c’è un ostacolo

Napoli, rischio rinvio allenamenti di gruppo: c’è un ostacolo

CONDIVIDI

Da lunedì le squadre di Serie A potranno cominciare gli allenamenti di gruppo, ma non il Napoli: c’è il rischio rinvio

Governo allenamenti Napoli
allenamento Napoli (Getty Images)

Secondo il protocollo stilato dal Comitato tecnico scientifico, tutte le squadre di serie A dovranno sostenere un ritiro di due settimane da quando cominciano gli allenamenti di gruppo. Oltre a creare un po’ di malumore tra giocatori e addetti ai lavori delle diverse società del campionato, questa soluzione potrebbe far slittare il ritorno agli allenamenti di gruppo del Napoli. Il club partenopeo ha sempre utilizzato come sede del ritiro l’albergo vicino il Training Center ma, prima di poter alloggiare, la struttura dovrà aprire ed essere sanificata. A tal proposito è intervenuto a Radio Punto Nuovo il sindaco di Castel Volturno Luigi Petrella: “Per ora non è arrivata nessuna richiesta del Napoli per ottenere la disponibilità dell’albergo. Nel caso in cui arrivi la domanda, non credo ci siano difficoltà da parte del Golden Trip per sanificare l’ambiente entro lunedì“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tegola Napoli: si fa male Manolas. Si teme uno stop più lungo del previsto

L’albergo di Castel Volturno non è pronto per il ritiro del Napoli

napoli allenamento di gruppo
Riscaldamento pre-partita del Napoli (Getty Images)

Le parole del sindaco Petrella sono incoraggianti, ma difficilmente la società azzurra riuscirà ad iniziare già da lunedì il ritiro. Tuttavia, continueranno ad allenarsi individualmente ma sempre rispettando i criteri di sicurezza. Secondo Francesco Modugno di Sky Sport, il Napoli dovrà rinviare gli allenamenti di gruppo per il poco tempo a disposizione nell’organizzare il ritiro. “Calciatori e staff hanno una grande voglia di tornare” ha detto il giornalista a Radio Kiss Kiss. La ripresa sarà lenta e prudente, così come la gestione di questa situazione inaspettata da parte del patron Aurelio De Laurentiis. Il presidente ha rispettato tempi e modi richiesti dal Cts e dal Governo e non ha fretta di spingere sull’acceleratore. Non a caso, la richiesta per il ritiro a Castel Volturno ancora non è ufficiale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> De Laurentiis prudente: voto a sfavore in Lega e stipendi congelati