Home Napoli News Callejon, sarà ancora Napoli? Il rinnovo ora è possibile

Callejon, sarà ancora Napoli? Il rinnovo ora è possibile

CONDIVIDI

Potrebbe presto sbloccarsi la trattativa per il rinnovo col Napoli di José Maria Callejon: sensazioni positive e fumata bianca che sembra possibile.

Callejon Napoli rinnovo
Callejon Napoli (Getty Images)

Fino a qualche giorno fa era pura utopia pensare che il futuro di Callejon potesse essere ancora al Napoli: il rinnovo sembrava l’ultima delle soluzioni, con l’opzione del ritorno in Spagna a fare da padrona. Eppure, le ultime ore, sono state quelle del riavvicinamento tra le parti che lasciano ben sperare in chiave prolungamento del contratto in scadenza a giugno: il muro dell’incomunicabilità è stato abbattuto, tanto che De Laurentiis sarebbe disposto a scendere a patti con l’attaccante pur di non perderlo dopo sette anni.

E’ questo lo scenario descritto dal ‘Corriere dello Sport’ che ora considera più che possibile l’esito positivo di una trattativa travagliata: Callejon è uno dei senatori, uno di quelli che nell’estate 2013 diede inizio al ciclo avviato con Benitez e proseguito con Sarri. La sua presenza nel 4-3-3 che ha caratterizzato le ultime stagioni è stata costante, un punto di forza insieme all’intesa con capitan Insigne, i cui lanci millimetrici a premiare gli inserimenti del compagno sono diventati un classico imitato anche da altre squadre.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato, il temporale sul Napoli: i due big che non restano

Il Napoli vuole tenersi Callejon: con il rinnovo niente Spagna

Callejon Napoli rinnovo
Callejon Napoli (GettyImages)

Se rinnovo sarà, a quel punto sfumerebbe il ritorno di Callejon in Spagna, dove le pretendenti restano agguerrite: in particolare Valencia e Siviglia, le più accreditate a convincere il giocatore che però potrebbe presto cambiare idea e rimanere in una città che ha imparato ad amare il suo enorme spirito di sacrificio, lodato a più riprese nonostante i numeri in zona goal non siano stati sempre dalla sua parte. Poco male, visto che il suo contributo ha permesso al Napoli di compiere il salto di qualità allo status di big della Serie A: prima di separarsi da uno così, meglio pensarci bene dunque.