Home Napoli News Napoli, Karnezis non ha dubbi: “Gattuso diventerà uno dei migliori”

Napoli, Karnezis non ha dubbi: “Gattuso diventerà uno dei migliori”

CONDIVIDI

Karnezis affronta diverse tematiche, tutte riguardanti il Napoli ovviamente: da Gattuso alla sfida col Barcellona che deciderà il destino in Champions.

Napoli Karnezis
Napoli Karnezis (Getty Images)

Il ruolo del terzo portiere è ambito da molti: stipendio assicurato e guantoni mai sporchi, eccezion fatta per qualche sporadica occasione. Magari Orestis Karnezis preferirebbe essere chiamato maggiormente in causa, evento che in questa stagione non si è ancora verificato: nessuna presenza all’attivo, a differenza della scorsa annata in cui riuscì a collezionare nove apparizioni in campionato. Davanti ha due figure importanti e difficilmente spodestabili: Ospina e Meret, impiegati a fasi alterne da Gattuso che può contare su due portieri titolari e schierabili in qualsiasi momento, aspetto che nel calcio attuale non è affatto inusuale.

Karnezis ha rilasciato un’intervista a ‘Radio Kiss Kiss’ dove ha affrontato proprio il tema relativo all’alternanza tra i pali dei due compagni: Meret è giovane, maturo, serio e preciso. Tatticamente vuole sempre la precisione, un retaggio della scuola italiana. Deve solo continuare a lavorare, dipende da lui: sono sicuro che farà una grande carriera. Tra noi ci aiutiamo. Anche Ospina è un grande portiere: ha dei colpi fantastici e sa giocare bene con i piedi. Meret crescerà grazie a lui”.

La fiducia nel lavoro di Gattuso è illimitata: “Mi piace perché è sveglio e preparato. Ha le idee chiare, lui e il suo staff si impegnano molto. Secondo me nei prossimi anni diventerà uno dei migliori allenatori in Europa.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Osimhen al Napoli, gli aggiornamenti: spunta la richiesta del nuovo agente

Karnezis avvisa il Napoli: il Barcellona è ancora lontano

Napoli Karnezis
Karnezis con la maglia della Grecia (Getty Images)

La data dell’8 agosto è cerchiata in rosso sul calendario dei tifosi del Napoli: guai però a focalizzarsi completamente su quell’obiettivo, prima c’è un campionato da concludere nel migliore dei modi. “E’ giusto non pensare solo a quella partita. E’ importantissima ma non possiamo proprio permettercelo: c’è il rischio di giocare brutte partite e questo non va bene. C’è molta attesa, loro non stanno vivendo un momento bellissimo: in queste condizioni può succedere di tutto.