Home Napoli News Il vero prezzo di Osimhen al Napoli: cifre e contropartite

Il vero prezzo di Osimhen al Napoli: cifre e contropartite

CONDIVIDI

Emergono ulteriori dettagli sul prezzo per il trasferimento di Osimhen al Napoli: la verità su cifre e contropartite inserite nell’affare.

Victor Osimhen è ufficialmente il colpo di calciomercato più caro nella storia del Napoli. Un’operazione da grande squadra capace di strappare alla concorrenza un giovane talento dal sicuro avvenire che era finito nei radar di tutti i top club europei. Il costo dell’affare, secondo quanto confessato da De Laurentiis si aggira sugli 80 millioni di euro: 70 fissi più 10 di bonus. Cifra che sale oltre i 100 milioni considerando anche l’ingaggio  da 4 milioni netti per i prossimi cinque anni che verrà corrisposto all’attaccante nigeriano.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Chi è Osimhen, il nuovo attaccante del Napoli

Il prezzo di Osimhen al Napoli: cifre e contropartite

In realtà però il Napoli alla fine verserà al Lille una cifra cash inferiore rispetto a quella citata da De Laurentiis dato che contestualmente, seppure in operazioni separate, gli azzurri cederanno al club francese il portiere Karnezis e tre giovani della Primavera (Palmieri, Liguori e Manzi) per un valore complessivo di circa 20 milioni di euro che verranno ovviamente scalati dall’affare Osimhen. Il nuovo numero 9 quindi dovrebbe costare al Napoli circa 50 milioni di euro più 10 di bonus. L’attaccante nigeriano, come ribadito dal presidente, è stato fortemente voluto da Gattuso: “Trattavamo pure Azmoun e Jovic, ma è stata di Giuntoli e Gattuso la decisione di mettere da parte gli altri obiettivi”. 

probabili formazioni bologna napoli milik
Arkadiusz Milik (GettyImages)

Acquisti e cessioni: il piano di De Laurentiis

A chi si aspettava subito altri colpi in entrata invece De Laurentiis ha risposto in modo schietto: “Il Napoli deve vendere. Senza Champions ci saranno 200 milioni di euro in meno e noi eravamo partiti che dal concetto che non si sarebbe comprato senza vendere eppure abbiamo messo a segno il colpo Osimhen. Per il momento accontentiamoci poi dopo aver riposato vediamo cosa ci diranno Lega e FIGC per il nuovo campionato. Se dovessimo cominciare alla fine di settembre, inizio ottobre allora avremmo più tempo. Sia per vendere che per comprare”. Sicuramente in partenza resta Milik, ma il patron manda un messaggio chiaro agli acquirenti e in particolare alla Juventus: “E’ sul mercato da sempre. Da quando lo conosco gli chiedo di allungare il contratto, lui mi guarda e non risponde. E allora devi prendere atto che deve andare via. Andrà al miglior offerente, perché non farò sconti a nessuno. Altrimenti rischierà di restare a Napoli e probabilmente non rientrerà più nelle scelte dell’allenatore”. Ancora incerto, invece, il futuro di Koulibaly: “E’ un’ottima persona, certo che mi dispiacerebbe perderlo. Poi c’è un tempo per tutto, anche per separarsi. Ma 90 milioni sul tavolo non ci sono e comunque bisogna essere in due”.