Home Calciomercato Napoli Milik ora è un caso: cessione sempre più difficile

Milik ora è un caso: cessione sempre più difficile

CONDIVIDI

Milik rischia di diventare un vero e proprio caso, la cessione alla Roma si complica. Il Napoli deve sfoltire la rosa e aspetta nuove offerte.

Arek Milik adesso è un vero e proprio caso. La cessione dell’attaccante polacco, che fino a qualche settimana fa sembrava destinato alla Juventus, si è improvvisamente bloccata e rischia di complicare maledettamente i piani del Napoli anche sul calciomercato in entrata.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Milik come Higuain: guerra per la Juve

Milik è un caso: la cessione si complica

Dopo l’esonero di Sarri, primo sponsor dell’arrivo di Milik in bianconero, la Juventus con l’arrivo di Pirlo in panchina ha dirottato altrove le proprie attenzioni lasciando di fatto il polacco e di conseguenza il Napoli col cerino in mano. La stessa Juventus inoltre sembrava molto interessata a Dzeko, innescando così un domino che avrebbe dovuto portare Milik alla Roma. Il bosniaco però alla fine potrebbe clamorosamente restare nella Capitale anche quest’anno ed in quel caso, ovviamente, i giallorossi mollerebbero l’attaccante del Napoli.

La Roma blocca Under: scambio saltato?

Peraltro la trattativa per la cessione di Milik alla Roma era stata imbastita con uno scambio che prevedeva il contemporaneo trasferimento di Cengiz Under al Napoli, ma il grave infortunio occorso a Zaniolo avrebbe convinto i giallorossi a togliere almeno momentaneamente il turco dal mercato. L’operazione quindi si potrebbe chiudere solo cash per una cifra non inferiore ai 35 milioni di euro. Sempre ammesso che Dzeko lasci la Roma. In caso contrario, invece, il Napoli rischia di ritrovarsi con un separato in casa almeno fino a gennaio.

Napoli Roma Ünder
Cengiz Ünder, Roma (Getty Images)

Ma la Juve resta sullo sfondo

Ad oggi d’altronde altre offerte concrete per Milik non sono arrivate ma il giocatore, che ha rifiutato il rinnovo del contratto in scadenza nel 2021, è ormai fuori dal progetto tanto che secondo ‘Il Mattino’ non sarà neppure convocato per le prossime amichevoli del Napoli. Un modo per evitare infortuni ma anche un segnale chiaro al polacco: da qui al 5 ottobre, giorno di chiusura ufficiale del calciomercato, dovrà trovarsi una nuova sistemazione. E chissà che alla fine, se la telenovela Suarez non dovesse concludersi col lieto fine, a tornare alla carica non possa essere di nuovo la Juventus magari inserendo nell’affare quel Bernardeschi da sempre gradito al Napoli.