Home Napoli News Formazioni ufficiali Verona-Napoli: Gattuso ne cambia tre

Formazioni ufficiali Verona-Napoli: Gattuso ne cambia tre

CONDIVIDI

Le formazioni ufficiali di Verona-Napoli: tre cambi operati da Gattuso rispetto alla sfortunata sfida di mercoledì.

Meret Napoli
Meret Napoli (Getty Images)

Una prova di forza su un campo ostico come quello del Verona per accantonare la delusione infrasettimanale della Supercoppa Italiana: Gennaro Gattuso chiede esattamente questo al suo Napoli, un successo che permetterebbe di riavvicinarsi ai primi posti dopo la sconfitta del Milan e il pareggio dell’Inter, risultati che hanno ulteriormente accorciato la classifica al giro di boa. A proposito di risultati: se replicato quest’oggi, sarebbe oro colato lo 0-2 dell’ultimo confronto in assoluto tra le squadre quando andarono a segno l’ormai ex Milik e Lozano, capitalizzando al massimo le occasioni create contro una formazione che solitamente non ne concede molte durante i novanta minuti.

Rispetto alla sfortunata sfida contro la Juventus, Gattuso ne cambia tre: dentro Meret tra i pali al posto di Ospina, Maksimovic e Hysaj in difesa in sostituzione, rispettivamente, di Manolas e Mario Rui. Completano il reparto l’inamovibile Koulibaly e Di Lorenzo. Centrocampo con gli inserimenti di Demme e l’interdizione di Bakayoko, trequarti solita: Lozano e Insigne ai lati di Zielinski, libero di agire tra le linee. Niente da fare per Mertens e Osimhen: il terminale offensivo di riferimento è, ancora una volta, Petagna.

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz, Günter, Dimarco; Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic; Barak, Zaccagni; Kalinic.

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Demme, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne; Petagna.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Verona-Napoli, storia di una rivalità: tra campo, sfottò e mercato

Verona-Napoli, le formazioni ufficiali: Juric punta su Kalinic

Nel Verona anti-Napoli c’è Kalinic a sostenere il peso dell’attacco, supportato qualche metro più dietro da Barak e Zaccagni. Faraoni e Lazovic ali con licenza di offendere, Tameze e Ilic coppia mediana con mix di qualità e filtro. Terzetto difensivo composto da Dawidowicz, Günter e Dimarco, per l’occasione schierato in posizione più arretrata. Il guardiano dei pali scaligeri è Silvestri.