Home Napoli News Napoli-Spezia 4-2: primo tempo da urlo, azzurri in semifinale

Napoli-Spezia 4-2: primo tempo da urlo, azzurri in semifinale

CONDIVIDI

Il Napoli non fallisce l’appuntamento in Coppa Italia: 4-2 allo Spezia dopo un grande primo tempo e la semifinale contro l’Atalanta è realtà.

Napoli Spezia
Zielinski e Dell’Orco in Napoli-Spezia (getty Images)

Il Napoli – complice, forse, il ritorno al 4-3-3 – si rivede nella sua versione più scintillante, demolendo lo Spezia e approdando in carrozza alle semifinali di Coppa Italia dove affronterà l’Atalanta: andata al ‘Diego Armando Maradona’ il 3 febbraio, ritorno al ‘Gewiss Stadium’ esattamente una settimana più tardi.

Stavolta grandi applausi per gli azzurri, il cui compito è facilitato dall’atteggiamento troppo propositivo degli avversari che offre il fianco alle veloci verticalizzazioni dei centrocampisti: uno di loro, Zielinski, calcia da posizione defilata e colpisce la parte alta della traversa dopo una deviazione; sul pallone si avventa Hysaj servendolo a Koulibaly, che lo spinge in rete con il più prelibato dei tocchi, quello col tacco. Zielinski è ispirato e la prova di ciò si ha con l’assist perfetto per la corsa di Lozano: il messicano parte in posizione regolare e, sfruttando l’errato posizionamento della difesa spezzina, va al tiro spaccando la porta con un destro potentissimo. La serata di grazia del trequartista polacco continua con il secondo pallone al bacio della serata: a beneficiarne è Politano, abile a superare Krapikas con un tocco morbidissimo. Anche Insigne è in fiducia e il tentativo da metà campo a cercare di sorprendere il portiere lituano è un più che chiaro indizio, seguito dall’azione personale che porta al poker di Elmas: secondo goal stagionale per il macedone.

I cambi e un calo di motivazioni fanno sì che accada ciò che Gattuso non avrebbe mai voluto vedere nella ripresa: dopo una gestione tutto sommato semplice, il Napoli si vede bucare per due volte nel giro di pochi secondi con Gyasi e Acampora. L’attaccante è lesto a sfilare alle spalle di Manolas e a concretizzare al meglio un assist del centrocampista, autore a sua volta di un tiro deviato dal difensore greco e reso imparabile per Ospina. La risposta partenopea è affidata a Demme, ma Krapikas e il palo si oppongono. Lo Spezia si riversa in attacco, galvanizzato dallo svantaggio dimezzato, ma ormai è troppo tardi: Napoli in semifinale di Coppa Italia e pericolo scampato per Gattuso.

Napoli-Spezia 4-2, il tabellino

Marcatori: 5′ Koulibaly (N), 20′ Lozano (N), 30′ Politano (N), 40′ Elmas (N), 71′ Gyasi (S), 73′ Acampora (S)

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Elmas (69′ Osimhen), Demme, Zielinski (69′ Lobotka); Politano (88′ Di Lorenzo), Lozano (46′ Mertens, 88′ Bakayoko), Insigne. All. Gattuso.

SPEZIA (4-3-3): Krapikas; Vignali (74′ Marchizza), Ismajli, Terzi, Dell’Orco (46′ Bastoni); Estevez (46′ Sena), Ricci, Acampora; Verde, Galabinov (46′ Agudelo), Gyasi (74′ Farias). All. Italiano

Arbitro: Fourneau

Ammoniti: Lozano (N), Mario Rui (N)

Espulsi: nessuno

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> De Laurentiis-Gattuso, rapporto in ghiaccio: ma l’esonero è lontano

Le pagelle azzurre: Zielinski scintillante, Lozano rapace

OSPINA 6 – Del tutto incolpevole sui due goal subiti, ‘tradito’ ancora una volta da Manolas.

HYSAJ 6,5 – Prova diligente e onorata nel migliore dei modi con l’assist a Koulibaly.

MANOLAS 5 – Gyasi gli sfila alle spalle con troppa facilità.

KOULIBALY 6 – Si prende il lusso di segnare la prima rete in stagione con una piccola magia, grave l’errore sul sigillo di Acampora.

MARIO RUI 6 – Corsa e vivacità, pure troppa quando interviene in maniera scomposta su Verde beccandosi il giallo.

ELMAS 7 – Mezzala nel 4-3-3: forse ha trovato l’habitat perfetto. (69′ OSIMHEN 5 – In evidente ritardo di condizione, idee offuscate).

DEMME 6,5 – Metronomo senza sbavature, sempre più al centro del progetto.

ZIELINSKI 7,5 – Propizia l’1-0 con un tiro, suoi gli assist per il raddoppio e il tris: qualcos’altro? (69′ LOBOTKA 6 – Minuti in saccoccia per dimostrare a Gattuso che anche lui può dare qualcosa a questo Napoli).

POLITANO 6,5 – Una rete che può fare da nuovo trampolino di lancio per il prossimo futuro. (88′ DI LORENZO sv)

LOZANO 7 – Una grande occasione a disposizione, un goal: bomber. (46′ MERTENS 5,5 – Mal assistito, sostituito nel finale per difendere il fortino. 88′ BAKAYOKO sv).

INSIGNE 7 – Il rigore sbagliato in Supercoppa Italiana è un ricordo lontano.