Home Napoli News Napoli a Granada: tra emergenza infortuni e tabù spagnolo

Napoli a Granada: tra emergenza infortuni e tabù spagnolo

CONDIVIDI

Il Napoli vola a Granada in piena emergenza infortuni, gli indisponibili sono nove. Ed i precedenti non sono beneauguranti.

Archiviata l’importantissima quanto sofferta vittoria in campionato contro la Juventus, il Napoli si tuffa di nuovo in Europa League ma deve far fronte a quella che col passare dei giorni è sempre più diventata una vera e propria emergenza.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Napoli tra le pretendenti all’Europa League

Napoli a Granada in emergenza: 9 indisponibili

Attualmente infatti sono addirittura nove i giocatori fermi ai box tra Covid e infortuni. Gli ultimi ad aggiungersi al lunghissimo elenco di indisponibili sono stati il portiere Ospina, Lozano e Petagna, tutti vittime di problemi muscolari di varia entità e tutti out per la trasferta di Granada. Trasferta a cui non prenderanno parte ovviamente neppure Koulibaly e Ghoulam, entrambi ancora positivi al coronavirus, oltre agli altri infortunati Manolas, Hysaj, Demme e Mertens. Attualmente quindi i giocatori di movimento a disposizione di Gattuso sono appena 12: Di Lorenzo, Rrhamani, Maksimovic, Mario Rui, Elmas, Lobotka, Bakayoko, Zielinski, Fabian Ruiz, Politano, Insigne e Osimhen. Alcuni dei quali ancora non al top della forma (Fabian e Osimhen) o alle prese con qualche problema fisico (Insigne).

Tabù spagnolo: una qualificazione su 7 precedenti

Il tutto alla vigilia di una trasferta molto delicata. I precedenti in terra spagnola infatti non sorridono al Napoli, che qualche mese fa contro la Real Sociedad ha ottenuto la prima e unica vittoria negli ultimi dieci match giocati contro una squadra di Liga in Europa. Non solo. Gli azzurri hanno superato il turno contro una spagnola solo una volta su sette, eliminando il Valencia nel primo turno di Coppa Uefa nella stagione 1992-93, e hanno superato i sedicesimi di Europa League tre volte su sette contro Swansea (2013-14), Trabzonspor (2014-15) e Zurigo (2018-19) venendo invece eliminati dal Villarreal sia nel 2010/11 che nel 2015/16. Il Granada peraltro è avversario da non sottovalutare, essendo arrivato ai sedicesimi dopo aver superato tre turni preliminari e chiudendo il proprio girone al secondo posto, a un punto dal Psv (battuto a Eindhoven) ma davanti a Paok Salonicco e Omonia, con la terza miglior difesa della fase a gironi (solo 3 gol subiti). In Liga invece il Granada occupa attualmente l’ottavo posto, ha la peggior difesa del campionato (38 gol incassati) e non vince da un mese (tre pareggi e due sconfitte).

napoli europa league
Gli attaccanti del Napoli (GettyImages)

Probabili formazioni Granada-Napoli: scelte obbligate per Gattuso

Come detto, scelte obbligate per Gattuso che dovrebbe schierare il Napoli con un 4-3-3. Meret in porta, conferma per la linea difensiva a quattro che molto bene ha fatto contro la Juve. A centrocampo dovrebbero rivedersi Fabian Ruiz, Lobotka ed Elmas. In attacco Politano e Insigne affiancheranno Osimhen.

Nel Granada spicca la presenza dell’ex giallorosso Gonalons a centrocampo. Molina sarà il termina offensivo di un tridente completato da Kenedy e Machis.

GRANADA (4-3-3): Silva; Foulquier, Duarte, Vallejo, Neva; Montoro, Gonalons, Herrera; Kenedy, Molina, Machis.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Rrahmani, Mario Rui; Fabian Ruiz, Lobotka, Elmas; Politano, Osimhen, Insigne.