Home Napoli News Mertens è rientrato a Napoli: ecco quando può rivedersi in campo

Mertens è rientrato a Napoli: ecco quando può rivedersi in campo

CONDIVIDI

Dries Mertens ha fatto ritorno a Napoli dal Belgio, dove era volato per curarsi alla caviglia: il rientro in campo si avvicina.

Mertens Napoli
Mertens Napoli (Getty Images)

L’annuncio è arrivato in mattinata nella modalità meno attesa, eppure la più in voga ai tempi d’oggi: Dries Mertens è sbarcato a Napoli e, all’orizzonte, vede sempre più vicino il rientro in campo. La distorsione alla caviglia sinistra rimediata a San Siro contro l’Inter lo scorso 16 dicembre è superata: merito delle cure certosine ricevute in Belgio, dove si era recato in seguito ad una ricaduta che aveva fatto temere il peggio ai tifosi azzurri. A svelare il ritorno in Italia dell’ex PSV è stata la compagna Kat Kerkhofs, con una foto del quartiere Posillipo pubblicata come Instagram Story sul suo profilo.

Mertens Napoli
Mertens è tornato a Napoli: l’annuncio della compagna su Instagram

La luce in fondo al tunnel è più vicina per Mertens che, negli ultimi due mesi, è stato impiegato da Gattuso in tre sole occasioni: contro Fiorentina e Verona in campionato e Spezia in Coppa Italia, quest’ultima circostanza particolarmente sfortunata a causa del ritorno obbligato in panchina dopo l’ingresso al posto di Lozano all’intervallo. Nonostante l’emergenza offensiva che ha colpito il Napoli, il rientro tra i titolari di Mertens sarà estremamente graduale: nessuna forzatura dei tempi e niente rischi già a partire dal prossimo impegno col Granada, seppur l’importanza dell’evento sia riconosciuta da tutti. Probabile che il belga torni a pieno regime per la sfida casalinga di domenica alle ore 18, il derby campano col Benevento.

FORSE POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Osimhen non ricorda l’infortunio: condizioni e tempi di recupero

Il Napoli fa la conta degli infortunati in attacco: il recupero di Mertens è fondamentale

Avere a disposizione Mertens sarebbe ossigeno puro per Gattuso, alle prese con gli infortuni che hanno letteralmente decimato l’attacco: Petagna ne avrà almeno fino ai primi di marzo, Lozano dovrà attendere fino alla metà del mese successivo per ristabilirsi completamente dalla distrazione al bicipite femorale. Più ‘borderline’ il caso relativo a Osimhen, dimesso dall’ospedale di Bergamo dove era rimasto in osservazione in seguito al trauma cranico occorsogli nel finale di Atalanta-Napoli: anche per il nigeriano si procederà con cautela, considerata la delicatezza del colpo alla nuca che ha tenuto tutti col fiato sospeso per alcuni minuti.